Quantcast

Terremoto in Funivie Molise: Ianiro si dimette. La Giunta nomina l’avvocato Fausto Parente

Nuovo amministratore al vertice della società in house della Regione Molise proprietaria degli impianti di risalita nelle due località sciistiche di Campitello Matese e Capracotta

Sono state protocollate lo scorso 6 agosto le dimissioni dal vertice di Funivie Molise di Nicola Ianiro, il commercialista di Campobasso ma originario di Capracotta che nel 2014 venne scelto dall’ex Giunta guidata da Paolo Frattura per guidare la società in house della Regione Molise proprietaria degli impianti di risalita nelle due località sciistiche di Campitello Matese e Capracotta. Il bando della gestione degli stessi è stato di recente annullato dal Tar Molise che ha accolto il ricorso presentato da Dga Funivie Srl.

Campitello, punto e a capo: annullata la gara vinta dalla famiglia Muccilli. Tutto da rifare per la gestione degli impianti

 

Non si sa se il pronunciamento dei giudici abbia spinto Ianiro a presentare le dimissioni. Ma si sa che la Giunta guidata da Donato Toma ne ha preso atto nella seduta di ieri (12 agosto) e ha deciso di nominare il nuovo amministratore unico: si tratta dell’avvocato Fausto Parente, ex esponente di Rialzati Molise (la lista di Aldo Patriciello che ha sostenuto Paolo Frattura alle Regionali del 2014 e poi rappresentato nell’esecutivo regionale da Vincenzo Cotugno) ed ex coordinatore regionale di Popolari – Italia Domani, il movimento fondato dall’ex ministro dell’Agricoltura Francesco Saverio Romano che nel 2011 ha sostenuto alle Regionali Michele Iorio (l’esito di questa tornata elettorale venne poi annullato dai giudici amministrativi, ndr).

Il nome dell’avvocato Fausto Parente, che è risultato anche tra i candidati nel ruolo di amministratore unico della Sea Servizi e Ambiente (la società dei rifiuti di Campobasso), circolò anche in occasione delle scorse Comunali del capoluogo quale possibile candidato del centrodestra. Alla fine la coalizione scelse Maria Domenica D’Alessandro che venne sconfitta da Roberto Gravina, attuale sindaco M5S.