Quantcast

Petacciato marina, il turismo cresce ma i parcheggi restano gli stessi. Anas approva progetto su area privata

Sempre più vacanzieri lamentano l’assenza di posti. Bocciato il parcheggio voluto dal Comune, possibile l’apertura di uno spazio a ridosso della SS16

Trovare parcheggio, questa la vera impresa dell’estate sulla costa molisana. Se i vacanzieri e i residenti di Termoli ci sono abituati da tempo, quelli di Petacciato Marina stanno scoprendo adesso quanto possa essere difficile trovare un posto auto nelle giornate di maggiore affluenza in spiaggia. Presto però potrebbero esserci importanti novità perché l’Anas ha autorizzato il progetto presentato da un privato cittadino che dispone di un pezzo di terra a ridosso della Statale 16, quindi a poche centinaia di metri dalla spiaggia.

Sarebbe una buona notizia ma non certo risolutiva per il turismo balneare petacciatese che negli ultimi anni sta conoscendo un incremento di presenze anche grazie all’aggiunta del Lido Eva, presente da 4 anni al fianco dello storico Lido Calypso in via del Mare.

Quest’anno c’è anche la novità di un nuovo bar che ha aperto all’inizio dell’estate e che attrae ulteriori clienti. Così, considerando anche la presenza di ristoranti della zona, trovare parcheggio in questi ultimi giorni di luglio sta diventando molto problematico ed è facile ipotizzare che ad agosto sarà lo stesso.

Area parcheggio Petacciato marina

Sabato scorso 24 luglio il lido Calypso ha visto la disdetta di alcuni turisti che avevano già prenotato il posto per pranzare al ristorante proprio a causa dell’assenza di parcheggi. “Purtroppo alcuni nostri clienti sono stati costretti a proseguire verso San Salvo Marina su indicazione della Polizia Locale” riferiscono i titolari dello storico stabilimento balneare petacciatese. “Quando si danno nuove concessioni, al tempo stesso si dovrebbero trovare anche nuovi posti auto” commentano dal lido.

Numerosi terreni incolti e potenzialmente utili per sistemare i veicoli a ridosso del semaforo della statale 16 sono bloccati per motivi diversi. Un parcheggio privato con circa 200 posti auto all’imbocco di via del Mare, proprio di fianco all’ingresso della pineta, è chiuso per volontà dei proprietari che hanno scelto spontaneamente di non continuare l’attività.

Dall’altro lato della strada, proprio sotto la stazione ferroviaria di Petacciato Marina, ci sono terreni privati sottoposti a vincoli e quindi attualmente inutilizzabili. Qualche speranza in più c’è sul lato che guarda verso Termoli.

Area parcheggio Petacciato marina

Quest’anno inoltre il Comune era riuscito a ottenere da un privato cittadino la gestione di un piccolo spazio compreso fra la Statale 16 e la Statale 157, vale a dire il primo tratto salendo su via Mediterraneo dopo aver superato il semaforo per chi proviene dal mare. Tuttavia il progetto presentato dal Comune è stato bocciato dall’Anas, l’ente gestore di entrambe le strade. L’Anas ha reputato troppo pericoloso l’ingresso e l’uscita dall’ipotetico parcheggio e anche questa ipotesi è saltata.

Tuttavia c’è un altro pezzo di terra non troppo esteso, anch’esso compreso fra la Statale 16 e la Statale 157 proseguendo sempre su via Mediterraneo e non distante dal ponte della ferrovia Adriatica. I proprietari hanno presentato un progetto all’Anas che ha dato il proprio consenso alla realizzazione di un’area di sosta per i veicoli.

Nei giorni scorsi sono stati effettuati anche dei lavori e non è escluso che a breve ci possano essere novità positive perché quel parcheggio riuscirebbe a dare sistemazione un bel numero di auto.

Area parcheggio Petacciato marina

Niente da fare invece per un’altra area attualmente incolta che si trova sul versante della statale 16 che guarda verso il mare, di fianco al parcheggio per camion del ristorante ‘La pineta’. Anche quelli sono terreni privati e i proprietari non hanno dato la propria disponibilità alla realizzazione di un’area di sosta.

La questione parcheggi resta quindi aperta e con lo sviluppo turistico di Petacciato Marina diventa uno dei punti fondamentali cui mettere mano nei prossimi mesi, anche in relazione alla possibile realizzazione della tanto auspicata rotatoria al posto del semaforo sulla SS16.