Quantcast

Joe’s Blues Festival: si entra con Green pass o tampone rapido da fare all’ingresso

Al via la decima edizione del Joe’s Blues Festival, la festa del blues molisano a cavallo tra il 6 e il 7 agosto 2021. La manifestazione, che nata dieci anni fa, è dedicata a Lino Joe Musacchio. Quest’anno, al ricordo dell’amico Joe, si aggiunge quello di Giancarlo Graziaplena, fondatore del festival, scomparso tragicamente il 2 maggio scorso.

“Sarà una edizione densa di emozioni. Animati dal loro esempio, il nostro impegno sarà quello di mantenere vivo ciò che hanno iniziato: una grande azione culturale necessaria per il nostro territorio” dichiara Vincenzo Nardelli, organizzatore dell’evento. L’edizione di quest’anno è stata possibile grazie all’attiva partecipazione dell’assessore della cultura Antonella di Lillo e tutta la giunta comunale di San Martino in Pensilis guidata dal sindaco Giovanni Di Matteo.

“Ci sono valori universali che, da sempre, le arti hanno rappresentato e rappresentano; poi, ci sono quelli che “ci arrivano prima”, che con la loro sensibilità e il loro talento quei valori propagano al di là del tempo, perché essi stessi sono al di là del tempo. Giancarlo e Lino, sempre e per sempre” così il primo cittadino.

joes blues festival 2021 presentazione

Particolare attenzione alle misure anti-contagio messe in campo dall’organizzazione: il piano della sicurezza prevede l’ingresso contingentato per garantire il distanziamento e sarà consentito solo alle persone che posseggono il Green Pass.

Per favorire la partecipazione del pubblico che non ha avuto ancora modo di vaccinarsi, nella piazza del festival sarà presente un centro screening. Sul sito della manifestazione joesbluesfestival.it è possibile prenotare, oltre al biglietto gratuito d’ingresso al concerto, anche un tampone rapido in sostituzione della certificazione verde.

L’appuntamento è quindi per venerdì 6 agosto, alle ore 21:30 con il concerto dei Ludo Cipriani Collective e Dago Red sul palco centrale della manifestazione in Largo Trinità. Il giorno successivo, il classico concerto finale del festival con l’artista principale sarà rimpiazzato da “The Great Gig for G”, un grande concerto con la partecipazione numerosi artisti provenienti dal South Italy Blues Connection e amici che si alterneranno sul palco per onorare la memoria di Giancarlo.

Grande musica ed emozioni per un coinvolgimento collettivo che, come nelle precedenti edizioni, prevede la presenza di molti appassionati. Sta in questo la forza della due giorni a San Martino in Pensilis, nel segno della cultura possibile nonostante il momento contingente.

joes blues festival 2021 presentazione