Quantcast

Il fuoco mette in ginocchio il Basso Molise: cancellata la pineta, viabilità in tilt, gente sfollata e intossicata

Cronaca dell'infernale pomeriggio che ha devastato intere zone ed ampie aree verdi a Campomarino, Guglionesi, San Giacomo e ora anche Termoli sud. Al momento risultano chiuse al traffico l'A14, la statale 16 e la ferrovia adriatica. Una giornata campale che non verrà dimenticata e che sta provocando danni ingentissimi. Anche Pescara e la pineta dannunziana sono state devastate dal fuoco

Giornata campale che cambia per sempre l’aspetto di un pezzo della costa adriatica. Ettari di macchia mediterranea in cenere, la pineta di Campomarino Lido distrutta. Camping evacuati, gente sfollata. A Guglionesi il vecchio Palazzo Celli danneggiato dalle fiamme, auto divorate dalle fiamme. Il fuoco ha colpito anche il bosco Fantine a San Giacomo e Termoli sud, in particolare Marinelle. Forti disagi alla circolazione e persone finite in ospedale.

Pineta campomarino incendio cenere

La Statale 16 Adriatica è stata chiusa al traffico, è stata bloccata la circolazione ferroviaria e a Termoli 3 treni sono stati fermati e i relativi passeggeri assistiti da Protezione civile e associazioni. Stop anche al traffico sulla A14 fra Vasto Nord e Lanciano.

LA PINETA QUASI NON ESISTE PIU’

Tutto il bosco di pini sulla litoranea bruciato in un paio d’ore durante le quali il vento che soffiava oltre i 50 km orari ha divorato ettari ed ettari di vegetazione lasciando la desolazione. Un piccolo paradiso perduto per sempre.

ANCORA CHIUSA LA STATALE 16. BREVE INTERRUZIONE ANCHE SULLA SS87

Alle 20,30 risulta ancora interrotta la circolazione sulla Statale 16 Adriatica fra Termoli e Campomarino, con precisione dal km 547 al 555. Breve tratto chiuso anche sulla statale 87, all’altezza dello svincolo autostradale di Rio vivo, per circa un km. Ripresa dopo le 20 la circolazione ferroviaria con forti ritardi.

statale 87

A14 CHIUSA TRA VASTO NORD E LANCIANO

Ancora chiuso in Abruzzo alle ore 20 un tratto di autostrada. Sulla A14 Bologna-Taranto, è chiuso il tratto compreso tra Lanciano e Vasto Nord in entrambe le direzioni per la presenza di fumo in carreggiata causato da un incendio. Per chi è diretto verso Bari dopo l’uscita obbligatoria a Lanciano, dove si segnalano 6 km di coda, è possibile rientrare in autostrada a Vasto nord attraverso la viabilità ordinaria. All’uscita obbligatoria di Vasto Nord si registrano 3 km di coda.

TROPPO FUMO RESPIRATO, PERSONA DI CAMPOMARINO IN OSPEDALE

Il fumo sprigionato dagli incendi ha intossicato decine di persone che sono state costrette a chiamare il 118. Il personale sanitario ha prestato le cure a quanti avevano inalato le particelle di monossido di carbonio e che sono state trasferite in due strutture, una a Campomarino (la scuola di via Cuoco) e al PalaSabetta di Termoli, anche con l’ausilio delle associazioni di volontariato. Nell’impianto sportivo termolese si trovano i bagnanti di Campomarino trasportati via mare dai mezzi della Guardia di finanza e dalla Guardia Costiera
Stanno tutti piuttosto bene, qualcuno ha riportato lievi ustioni. C’è preoccupazione solo per una persona, le cui condizioni di salute sono più gravi: “Avrebbe avuto un principio di infarto a causa dell’intossicazione”, ha dichiarato il sindaco di Campomarino Silvestri ai microfoni di Telemolise che dalle 18 sta facendo una diretta. La persona è ora in ospedale.

CAMPOMARINO, INCENDI QUASI SPENTI. SILVESTRI: “SCANDALOSO CHE NON POSSIAMO CURARE LA PINETA”

Il sindaco di Campomarino, Pierdonato Silvestri, è intervenuto a Termolise facendo il punto della situazione. “Gli incendi sono quasi domati, a eccezione del rogo al campeggio Marinelle”. Secondo il primo cittadino “i danni sono ingenti, quanto è successo si poteva evitare”. Ha poi negato responsabilità sull’incuria della pineta. “Noi non possiamo intervenire come Comune perché c’è divieto di calpestio. Questa cosa è scandalosa”.

sfollati campomarino

CAMPOMARINO, SFOLLATI ASSISTITI NELLE SCUOLE MEDIE

Quasi 300 persone sfollate dai lidi e dai camping di Campomarino Lido sono assististe in queste ore nel plesso delle scuole medie del paese grazie al lavoro della Protezione civile e delle associazioni di volontariato della zona. In serata molti di loro hanno potuto fare rientro nelle rispettive abitazioni.

BLOCCATA LA CIRCOLAZIONE SULL’ADRIATICA

Non c’è solo il disastro ambientale a preoccupare adesso mentre sta per arrivare la sera di una giornata campale per quanto riguarda gli incendi in basso Molise. Sono infatti bloccate le principali arterie di collegamento sulla linea Adriatica. La Statale 16 è stata bloccata in entrambe le direzioni all’altezza del distributore di carburanti all’ingresso di Termoli con tutti i disagi che ne conseguono a causa delle temperature altissime di queste ore.

La ferrovia Adriatica è chiusa in più punti a causa degli incendi che si sono sviluppati in queste ore non solo in basso Molise ma anche in Abruzzo e sul Gargano. Il traffico risulta sospeso dalle 14:50 per un intervento dei vigili del fuoco e risulta tutt’ora sospeso. Sono direttamente coinvolti diversi treni e alcune corse sono state sostituite con degli autobus. Purtroppo nella tardo pomeriggio anche l’autostrada A14 è stata momentaneamente chiusa per consentire le operazioni di soccorso.

Statle 16 bloccata

DANNEGGIATI PALI DEL TELEFONO A GUGLIONESI

Guglionesi è isolata, in tilt la linea telefonica e ADSL che copre la zona urbana per un guasto causato dall’incendio e dal calore. Sono stati danneggiati dal fuoco anche alcuni pali del telefono ed elettrici sulla strada provinciale che collega Guglionesi a Termoli e attraversa San Giacomo degli Schiavoni.

pali elettrici danneggiati guglionesi

CIRCA 100 PERSONE PORTATE DA CAMPOMARINO A TERMOLI VIA MARE, ASSISTITE AL PALASABETTA

Sono un centinaio le persone che dalla spiaggia di Campomarino sono state portate in salvo – ad opera della Guardia Costiera di Termoli, della Finanza con la partecipazione di 3 mezzi della società Termoli Yachting 4.0 (traendo in salvo 43 persone tra cui 2 disabili e diversi bambini) – in porto per poi essere trasferite al PalaSabetta, la struttura sportiva in contrada Mucchietti che il Comune ha messo a disposizione. Gli sfollati sono stati assistiti con acqua, abiti puliti e prime necessità in attesa di poter rientrare a Campomarino. In stazione invece le associazioni di volontariato di Termoli hanno assistito i viaggiatori bloccati sui treni fermi.

CRONACA DI UN INFERNO – DANNI INCALCOLABILI

Sardegna, Sicilia, Molise. Sono i giorni più difficili dell’estate 2021 sul fronte del fuoco che sta devastando chilometri e chilometri di terreni, distruggendo alberi secolari, terreni agricoli e aree verdi. Sta succedendo da giorni anche in Molise ma oggi, 1 agosto, è il Basso Molise a patire le conseguenze più gravi. Guglionesi e in particolare Campomarino lido i territori più devastati dalla furia delle fiamme, ma incendi si sono propagati anche a San Giacomo degli Schiavoni e Termoli.

Non è ancora tempo di bilanci ma si prevedono ingentissimi danni, una vera e propria catastrofe ambientale.

Brucia Pineta di Campomarino

SAN GIACOMO DEGLI SCHIAVONI – BRUCIA IL BOSCO

Situazione drammatica anche a San Giacomo degli Schiavoni, con il fuoco a devastare il bosco Fantine, sulla strada che conduce verso Termoli e Guglionesi. Evacuato anche il noto ristorante Ribo, tra Guglionesi e San Giacomo. Chiusa inoltre al traffico la strada che conduce da San Giacomo a Termoli. Nella cittadina termolese i treni sono stati fermati ed è stata prestata assistenza ai viaggiatori.

Il fuoco arriva a Termoli Sud, paura in via Mediterraneo. Rogo aggredisce bosco di San Giacomo

CAMPOMARINO – LA PINETA A FUOCO

1 agosto infernale a Campomarino lido, con la pineta andata a fuoco, il fumo che ha invaso la spiaggia, bagnanti messi in salvo via mare, camping del litorale evacuati e statale 16 chiusa al traffico. Un pomeriggio di panico e devastazione.

In fiamme la pineta di Campomarino, bagnanti salvati via mare, 3 camping evacuati: danni catastrofici. Statale 16 chiusa

 

CAMPOMARINO, UNA SPIAGGIA CHE NON SARÁ PIÙ LA STESSA

Spiaggia pineta Campomarino

La chiamavano la spiaggia di Twin Peaks, era una sorta di posto segreto con il mare più bello del Molise. A Campomarino è andata distrutta tutta la pineta antistante la  spiaggia. Fortissima la desolazione per quella che oggi diventa un’immagine simbolo del rogo che sta devastando il centro rivierasco.

 

GUGLIONESI RIVIVE L’INFERNO DI UN ANNO FA

Guglionesi, un’altra domenica di terrore. Fiamme fino alle case, auto bruciate, natura distrutta

Dalla tarda mattinata di oggi Guglionesi è ripiombata nell’incubo del fuoco, dopo il devastante incendio che circa un anno fa bruciò tra le altre cose la chiesa di Santa Rita. Si è sfiorata di nuovo una tragedia oggi e in tanti sono scappati dalle proprie case, specie nel centro storico. Una donna è rimasta ustionata e lo storico Palazzo Celli è stato raggiunto dalle fiamme. Per fortuna si tratta di un edificio disabitato. Nel video sottostante alcune drammatiche testimonianze. Al momento la situazione sembra sotto controllo.