Quantcast

Dopo il Pfizer un tappeto di rifiuti sanitari: non c’è vaccino contro l’inciviltà

La segnalazione di una ragazza inorridita per la scena documentata sul vialetto che collega il centro vaccinale di piazza del Papa al Terminal degli autobus. Una distesa di batuffoli di cotone usati per tamponare l'ago gettati in strada, malgrado i contenitori presenti, tra cartacce e bottiglie vuote.

Fiocchi di cotone, a decine. Anzi, a centinaia. Il vialetto lastricato che collega il palazzetto di piazza del Papa al terminal bus, scorciatoia per moltissimi termolesi e strada a elevato traffico pedonale da quando la struttura è stata convertita in centro vaccinale, ne è pieno. Mischiati a cartacce, spazzatura di vario genere, bottiglie e lattine vuote, ci sono batuffoli di ovatta che formano quasi un tappeto sui lati del passaggio.

Palairino batuffoli post vaccino

Una scena vergognosa, che denuncia attraverso queste immagini efficaci inviate da una ragazza rimasta sconcertata da quanto ha visto ieri sera l’inciviltà di tantissimi cittadini e residenti bassomolisani che invece di usare i contenitori per disfarsi del rifiuto sanitario dopo la vaccinazione, ben visibili all’uscita el centro vaccinale, gettano a terra il batuffolo di cotone idrofilo, fregandosene del decoro e dell’ambiente.

Il risultato è questa orrida distesa di ovatta usata per tamponare l’ago dopo la somministrazione del Pfizer (o di altro farmaco anticovid) che trasforma la stradina in una discarica sanitaria. E che racconta il paradosso dell’uomo capace di produrre in tempi record un vaccino altamente efficace come il nemico numero uno ma incapace di trovare un vaccino al male dell’incuria, della inciviltà e della indifferenza per l’ambiente.