Quantcast

Domenico Iannacone, il giornalista capace di ascoltare, riceverà il premio “Armida Miserere”

MoliseCinema entra nel vivo con la terza giornata e un ricco programma di film ed eventi tra cinema, televisione e cultura. Domenico Iannacone, giornalista, scrittore e autore televisivo, riceverà il premio “Armida Miserere”, destinato a personalità che si sono particolarmente distinte per l’impegno sociale.

A seguire lo stesso Iannacone terrà il talk dal titolo “Che ci faccio qui. Sillabario delle emozioni”. Sullo sfondo scorreranno le immagini dei suoi pluripremiati reportageStorie collettive e individuali nelle quali Iannacone, con il suo sguardo aperto all’ascolto, tocca le corde di ognuno come seguendo un’immaginaria mappa esistenziale. (Arena del Festival ore 20.45). Alla serata sarà presente anche il presidente della Regione Molise Donato Toma.

Per la sezione dei lungometraggi in concorso ci sarà Regina”, di Alessandro Grande, con Francesco Montanari e Ginevra Francesconi.  Il film, opera prima dal regista calabrese, è la storia di un padre e una figlia. Regina (Ginevra Francesconi) ha 15 anni e sogna di fare la cantante. A supportarla c’è suo padre Luigi (Francesco Montanari), che che con lei un legame fortissimo, indissolubile, fino a quando un evento imprevedibile cambierà le loro vite. Il film sarà presentato dal regista e dalla giovane protagonista Ginevra Francesconi (Arena, alle 21.45).

Per la sezione “Frontiere. Concorso documentari” sarà presentato Un Giorno la Notte” di Michele Aiello e Michele Cattani che incontrerà il pubblico di Molisecinema. Protagonista del documentario è Sainey, un giovane gambiano che diventerà cieco in pochi anni a causa di una malattia degenerativa. Decide così di imparare più cose possibile per prepararsi alla cecità e raccontare parte della sua storia in prima persona. Cinema Teatro ore 12.15.

Sempre per la sezione “Frontiere” sarà presentato L’occhio di vetro” di Duccio Chiarini che a partire dal diario scritto in guerra dal prozio, indaga un versante nascosto della propria famiglia per comporre un mosaico inedito e sfaccettato della storia d’Italia (Cinema Teatro ore 18.00).

Per “Manfredi 100” l’omaggio a Nino Manfredi, interprete iconico del nostro cinema, è prevista la proiezione di “Straziami ma di baci saziami” di Dino Risi. Un’imperdibile commedia all’italiana con un cast d’eccezione, scritta da Age e Scarpelli. Con Nino Manfredi troviamo Ugo Tognazzi, Pamela Tiffin, Moira Orfei e Checco Durante. Arena del Festival ore 22.00

Per la sezione “Percorsi. Concorso corti italiani” saranno presentati: Malumore” di Loris Giuseppe NeseCome a Mìcono” di Alessandro PorzioL’infinito” di Simone Massi; “Where the leaves fall” di Xin Alessandro ZhengSlow” di Giovanni Boscolo e Daniele Nozzi. Appuntamento al Cinema Teatro alle 17