Quantcast

Corti, musica e mostre al Borgo Antico. La scommessa dei giovani col festival Alta Marea

Fine settimana prima del Ferragosto all'insegna della cultura nel borgo antico di Termoli, dove un gruppo di giovani ha inventato l'Alta Marea, il festival fatto di corti, musica e mostre per una ventata di novità in piena estate

Nel cuore del borgo antico di Termoli la scommessa di un gruppo di giovani nel bel mezzo dell’estate termolese per portare cultura, attività, movimento, incontri, confronti e arte. Tutte le arti, da quella cinematografica, a quella musicale passando per le mostre, il tutto incastonato nel borgo antico, tra vicoli e larghi nascosti tra le case del centro cittadino. E tutto nel cuore dell’estate, quando Termoli richiama tanti cittadini e anche tanti turisti per una passeggiata in centro.

E nonostante l’afa serale, anche ieri – venerdì 13 agosto – tanti hanno partecipato alle attività legate al primo festival Alta Marea, un evento nuovo nato dalla mente e dall’impegno di un gruppo di giovani termolesi e dei borghi vicini. Impegnati lontano da casa in diverse attività nella vita, hanno deciso di mettere insieme forze, energie e idee per dare vita ad un evento “che possa racchiudere tante cose – spiegano dall’Info point allestito all’ingresso del borgo, accanto alla Torretta Belvedere – da qui anche il nome del festival, ovvero l’idea di una marea intesa come qualsiasi cosa, e qui il riferimento a tutte le arti coinvolte, mentre alta perché possa travolgere e coinvolgere chiunque, ovvero il pubblico che può partecipare”.

Anche il suo logo è studiato per richiamare nei colori le tonalità rosee del tramonto e quelle celesti del mare e del cielo, mentre nella forma racchiude in una sorta di pietra i quattro antichi quartieri che formavano il Borgo antico di Termoli.

Guidati dal presidente Ettore Fabrizio e dal direttore artistico Antonio De Gregorio, Chiara Tuttolani, Adele Sorressa, Valentina Salierno e Nicola Marzoli hanno costruito due giorni di eventi e di attività che intrecciano musica, arte e corti, per cui è stata organizzata una vera e propria gara che vedrà anche una giuria impegnata nell’assegnazione dei premi, composta dalle attrici Angela Curri e Cristina Cappelli, il produttore e attore molisano Marco Caldoro, il pittore digitale termolese della Disney Pierluigi Casolino, il regista e produttore Nicola Abbatangelo e il direttore della fotografia Michele D’Attanasio. Sette quelli presentati nella prima serata della rassegna culturale in Largo Tornola dove sono state svolte le proiezioni che hanno richiamato un numeroso pubblico.

Festival alta mare termoli

Tra i vicoli del borgo invece, lungo le strade che conducono nel cuore della città antica, una serie di pannelli hanno accompagnato la passeggiata. Parole e pensieri su diversi argomenti, dal Restare o Andare, fino ai sentimenti, idee di giovani molisani e non solo anche in diverse lingue.

Festival alta mare termoli

A fine serata poi, spazio alla musica di Giove, cantautrice torinese che in un angolo del borgo antico affacciato sul porto e sul mare ha incantato i presenti con pianoforte e voce presentando una serie di brani conosciuti e alcuni suoi inediti, ispirati alla musica elettronica e con una particolare attenzione alla scena contemporanea indie-pop.

Festival alta mare termoli

Gli eventi proseguiranno stasera con gli altri sette corti in gara che saranno proiettati in Largo Tornola al Borgo, provenienti da Italia, Francia e Iran.

L’Alta Marea che rigenera il Borgo e lo immerge nell’arte. Arriva il festival cinematografico: “É solo l’inizio”