Quantcast

Un imprenditore casertano dei viaggi per far rinascere il Termoli: “Vogliamo rimanere qui 20 anni”

Flaviano Montaquila, a capo della Chris Tour, è il nuovo numero uno del Termoli calcio dopo la chiusura dell’esperienza con Marco Castelluccio. Debutto ufficiale in Comune col sindaco e la nuova dirigenza: “Vincere il campionato ma soprattutto creare le basi per una realtà solida”

Il Termoli ha un nuovo presidente, una nuova dirigenza, una base diversa con cui ripartire dopo anni di delusioni e figuracce. Lo fa con Flaviano Montaquila (a destra nella foto), imprenditore casertano a capo della Chris Tour, impresa specializzata in viaggi e turismo religioso e scolastico. Per lui non è la prima esperienza nel mondo del calcio: è infatti l’artefice della promozione in serie D dell’Aurora Alto Casertano, formazione campana che come tante, ha sfruttato l’ospitalità del calcio molisano, il quale da anni apre le porte dell’Eccellenza a facoltose squadre di fuori regione che periodicamente ottengono il passaggio in serie D.

Poche settimane fa Montaquila ha acquisito il club giallorosso da Marco Castelluccio che l’aveva traghettato senza fortuna negli ultimi anni in Eccellenza. Proprio dalla massima categoria regionale ripartirà il Termoli di Montaquila che nel pomeriggio di giovedì 29 luglio si è presentato in sala consiliare in compagnia della nuova dirigenza e dell’Amministrazione comunale, sindaco Francesco Roberti in primis.

Amministrazione che è molto vicina al Termoli grazie alla presenza del team manager Pino Nuozzi e del dirigente Alberto Montano, entrambi consiglieri di maggioranza. “Termoli merita ben altre vetrine e speriamo di poter arrivare con la nuova dirigenza a nuovi obiettivi e a gratificare i tifosi” ha detto in apertura il sindaco. Montano ha rimarcato come Termoli sia “una città ospitale e con grande cultura dell’accoglienza”.

Presentazione Termoli calcio Montaquila

Quindi la parola a Montaquila. “Termoli merita delle basi che ci possano portare lontano. Non vogliamo deludere nessuno, vogliamo creare un progetto e per farlo serve sinergia fra città e società. Intendiamo lavorare sul settore giovanile e ricostruire il rapporto coi tifosi” ha detto intuendo quanto scetticismo ci sia in città dopo le troppe delusioni accumulate dai colori giallorossi.

Non vogliamo essere una meteora e fare la fine di Sambenedettese, Novara, Casertana. Serve progettazione, vogliamo creare una società che sia autosostenibile. La Chris Tour ha le spalle larghe, faccio impresa da 25 anni ma non pensate che Flaviano Montaquila venga qui a dilapidare le sue risorse. Termoli può diventare una fucina per giovani calciatori, sia per il Termoli che per altre società”.

Concetto ribadito da Clemente Santonastaso, il direttore generale del club e plenipotenziario di Montaquila a Termoli.  “Abbiamo un programma tecnico e gestionale da portare avanti negli anni. Bisogna ricostruire e programmare per creare una realtà forte. Dobbiamo scalare categorie ma soprattutto seminare. Stiamo allestendo una squadra per farlo. Presto ufficializzeremo i giocatori che abbiamo già preso”.

Presentazione Termoli calcio Montaquila

Quindi spazio a mister Raffaele Esposito, ex Casertana come il Dg. “La squadra darà l’anima e farà divertire, questa è la promessa. Giocheremo per vincere ogni partita. Quella del Termoli è una maglia importante che va sudata”.

Il presidente non ha nascosto le ambizioni ma ha invitato a sposare un progetto a lungo termine. “Il campionato si deve vincere ma si deve costruire bene. Voglio rimanere qui per 20 anni”.