Quantcast

Su 20 multe 13 sono per guida col cellulare: stretta della Polizia sulla prima causa d’incidente stradale

Guidare e parlare al cellulare è sempre stato vietato dal codice della strada anche se è, purtroppo, un comportamento scorretto assai diffuso. Per accertarlo basta guardarsi attorno: chi parla e guida è ormai la stragande maggioranza.

Per questo nei giorni scorsi, personale dell’ufficio Prevenzione generale e Soccorso pubblico della questura e della polizia Stradale di Campobasso hanno svolto nel capoluogo un servizio congiunto di controllo del territorio mirato a contrastare questo diffuso fenomeno che causa, sempre più spesso, incidenti stradali.

Agenti in borghese e uomini della Volante hanno contestato 20 violazioni al codice della strada, di cui 13 per uso del telefono cellulare alla guida del veicolo. Un numero che dà l’idea della portata di questo problema troppe volte sottovalutato. 

Le contravvenzioni elevate ammontano a circa 2.800 euro con la conseguente decurtazione dei punti dalla patente di guida per gli autori delle infrazioni.

 

Per i conducenti sanzionati per l’utilizzo del telefono cellulare alla guida, è scattata anche l’ulteriore annotazione sull’archivio informatizzato della Motorizzazione Civile con  conseguente sospensione della patente di guida nel caso venga commessa una seconda violazione della medesima tipologia entro i successivi due anni.

Le attività di controllo sui comportamenti alla guida degli automobilisti proseguiranno anche nelle prossime settimane.