Quantcast

Non piove eppure cade acqua nel pullman Atm: rientro a casa bagnato per gli operai della Sevel

Nuovi disagi per i lavoratori della fabbrica che si trova in Val di Sangro: ieri sera hanno dovuto affrontare un viaggio di ritorno bagnato come documentato dal video inviato alla nostra redazione. Forse un problema dovuto all'impianto di raffreddamento del mezzo di trasporto

Lo hanno documentato con un video inviato alla nostra redazione: un viaggio bagnato sul pullman Atm che riportava a casa gli operai che smontavano dal turno serale alla Sevel, fabbrica del nucleo industriale della Val di Sangro, e stavano rientrando nelle loro abitazioni. Tutto è avvenuto intorno alle 23, quando l’acqua è caduta in più punti bagnando i sedili.

acqua dal pullman della Sevel

Ma non era un’infiltrazione dovuta alla pioggia che si infiltrava dal ‘tetto’ dell’autobus: in quel momento non erano in corso precipitazioni. Piuttosto chi era presente ipotizza un problema legato all’impianto di raffreddamento del mezzo di trasporto e che era stato spento da pochi minuti. 

acqua dal pullman della Sevel

“Questo è stato l’ennesimo disagio che abbiamo dovuto affrontare”, racconta a Primonumero uno dei dipendenti molisani della Sevel. “Oltre alla sporcizia, ieri abbiamo fatto anche una ‘doccia’ imprevista dopo otto ore di catena di montaggio. L’impianto di raffreddamento era stato spento da qualche minuto quando è cominciato a ‘piovere’ su uno dei lati del pullman”.

Con i sedili inzuppati di acqua, le persone sedute in questa fila del mezzo si sono dovute alzare per evitare di bagnarsi e hanno continuato il viaggio in piedi nel corridoio con tutti i rischi legati alla loro sicurezza. Poi, hanno potuto prendere un posto a sedere quando alcuni operai sono scesi a San Salvo.

Non è la prima volta che si verifica un episodio del genere sui pullman che trasportano i lavoratori alla Sevel. Molti di loro utilizzano il mezzo di trasporto pubblico, ma a fronte del pagamento dell’abbonamento (il cui costo è pure aumentato negli ultimi tempi) non sempre riscontrano un servizio adeguato.

Acqua sui sedili, bus sporchi e spesso guasti. Operai Sevel sul piede di guerra: “Biglietti aumentati, servizio peggiorato”

In passato si erano registrati altri disagi legati però a qualche malfunzionamento del autobus, come quando il mezzo si è fermato a causa di un guasto e gli operai sono arrivati in fabbrica con due ore di ritardo.