Quantcast

Giovane spacciatore campobassano arrestato a Isernia: acciuffato con 40 grammi di crack

E' stato acciuffato dopo un inseguimento dai Carabinieri del capoluogo pentro: ieri il rito direttissimo e la condanna per il 27enne che era in prova ai Servizi sociali di Campobasso. La sostanza stupefacente che nascondeva aveva un valore di 4mila euro

Quattromila euro: a tanto ammontava il valore del quantitativo di droga che aveva con sè quando è stato intercettato dai Carabinieri. E’ costata cara la ‘trasferta’ a Isernia per il giovane pusher campobassano che è stato arrestato. Era in auto con un’altra persona quando è stato scoperto.

La presenza della Fiat Punto di colore nero, che si aggirava in maniera sospetta nella zona del carcere del capoluogo pentro, in una zona interdetta al traffico, è stata notata proprio dagli agenti della Polizia penitenziaria che hanno allertato i militari del locale Nucleo Radiomobile. Questi ultimi, giunti rapidamente sul posto, sono riusciti ad intercettare l’autovettura e poi sono riusciti a fermarla con un’abile manovra.

Mentre il conducente stava scendendo dal veicolo, la persona al suo fianco è fuggita a piedi per le vie circostanti. Sulle sue tracce si sono prontamente posti sia il personale del Nucleo Radiomobile che gli uomini del Nucleo Investigativo di Isernia, nel frattempo arrivati nella zona in quanto allertati dalla Centrale Operativa.

Proprio durante l’inseguimento i militari del Nucleo Investigativo hanno notato che il giovane fuggitivo, dopo aver scavalcato il recinto di una abitazione privata, ha gettato il portafogli e alcuni involucri. Quindi ha continuato la sua fuga. Ma è stato inutile. I carabinieri sono riusciti a bloccare il ragazzo e a recuperare prontamente sia il portafogli, nel quale c’erano circa 220 euro, sia due distinti involucri contenenti un sostanza in polvere biancastra.

I conseguenti accertamenti hanno consentito di verificare che si trattasse di crack. La sostanza stupefacente inoltre aveva un peso di circa 40 grammi, mentre il giovane è stato arrestato in flagranza di reato. Si tratta di un 27enne di Campobasso, peraltro attualmente affidato in prova ai Servizi Sociali del capoluogo. Inoltre, non poteva allontanarsi dal domicilio senza la preventiva autorizzazione del Magistrato di Sorveglianza, per detenzione di stupefacenti.

La sostanza sequestrata, una volta immessa sul mercato al dettaglio avrebbe reso, secondo stime prudenziali, circa 4.000 euro.

Ieri mattina si è celebrato il rito per direttissima presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia che ha convalidato l’arresto del giovane operato dai Carabinieri condannandolo ad 1 anno e 4 mesi di reclusione, oltre a 2mila euro di multa.