Quantcast

Partiti i lavori per la valorizzazione del santuario di Monteverde. Ci sarà anche il punto noleggio di bici elettriche

Nuove cartellonistica e area pic-nic, oltre al rifacimento della strada che conduce al pianoro, sono i punti principali del progetto di valorizzazione del sito finanziato con 70mila euro di fondi del Psr per la valorizzazione delle aree monastiche. Il Comune di Mirabello punta a favorire la mobilità sostenibile.

L’operazione per valorizzare l’antico santuario della Madonna di Monteverde è iniziata da pochissimi giorni: l’obiettivo è restituire dignità e decoro ad un’area di ineguagliabile bellezza e che si trova a mille metri di altitudine nel territorio compreso tra Vinchiaturo e Mirabello.

I soldi ci sono. “Un finanziamento da 70mila euro, sono i fondi del Psr per la valorizzazione delle aree monastiche”, riferisce a Primonumero il sindaco di Mirabello Angelo Miniello che illustra anche i dettagli del progetto di cui, almeno fino a domenica 4 luglio, sarebbe stato impossibile sospettare alcunché non essendoci ancora tabelle di inizio e fine lavori sul pianoro.

Nuova cartellonistica che sostituirà, come avevamo documentato in questo articolo, quella obsoleta e scolorita al punto tale da rendere illeggibili le descrizioni del sito. Inoltre sarà rifatta la pavimentazione della stradina del pianoro in accordo con la Soprintendenza che darà indicazioni sul percorso, che dovrà essere realizzato in sintonia con il monastero medioevale immerso in un paesaggio incontaminato. “L’asfalto è stato rimosso. Nel giro di due o tre settimane dovremmo decidere il materiale migliore da utilizzare per la pavimentazione della via”, aggiunge Miniello.

santuario monteverde vinchiaturo turismo reperti

Infine una parte del restyling riguarderà anche l’area pic-nic: sono state tolte le vecchie staccionate, così come sono stati rimossi i barbecue abusivi (realizzati talvolta con i reperti in pietra dell’antica abbazia che spuntano qua e là nel terreno), che verranno rimpiazzati da nuove strutture che consentiranno di organizzare piacevoli gite in un’area suggestiva anche dal punto di vista naturalistico. Posta a 1000 metri di altitudine, dalla Madonna di Monteverde è possibile ammirare le cime del Matese.

Dulcis in fundo, il finanziamento sarà impiegato anche per un’iniziativa volta a favorire la mobilità sostenibile: un punto noleggio di biciclette elettriche che da Mirabello consentirà di raggiungere senza impiegare l’auto l’antico santuario di Santa Maria.

Il santuario di Monteverde a Vinchiaturo

Operazioni che consentiranno di valorizzare questo luogo forse sconosciuto ai più nonostante l’alto e innegabile valore storico.

Chi volesse conoscere meglio il sito di Monteverde potrà farlo domenica prossima 18 luglio: i rappresentanti dell’associazione ‘Memo cantieri culturali’, in collaborazione con l’amministrazione comunale, hanno organizzato una visita del sito.