Quantcast

Nomina ex direttore sanitario, Tar ordina alla Regione di consegnare gli atti al Forum

Gli atti relativi alla nomina di Virginia Scafato, ex direttore sanitario del Molise nominata dal direttore generale Oreste Florenzano, devono essere messi a disposizione del Forum per la difesa della sanità pubblica del Molise. Lo ha stabilito oggi una sentenza del Tribunale amministrativo regionale che fa seguito a una richiesta di accesso agli atti relativa proprio a una nomina che, secondo il Forum, presenta troppi lati oscuri, perché la dottoressa Scafato non avrebbe avuto i requisiti per ricoprire quell’incarico, che oggi per la verità è passato in capo a Evelina Gollo.

“Virginia Scafarto non era stata presa in considerazione dall’Abruzzo perché la sua domanda presentava una carenza di requisiti: perché invece il Molise è stata nominata?” è la domanda alla base dell’istanza avanzata dal Forum presieduto da Italo Testa, che dopo il diniego di accesso agli atti della Regione Molise si è rivolto allo studio legale di Vincenzo Iacovino, Vincenzo Fiorini e Giuseppe Fabbiano per vedere riconosciute le sue ragioni.

Evelina Gollo nuovo direttore sanitario dell’Asrem: è l’ex primario di anestesia e rianimazione al S. Anna di Torino

Il Tar Molise, una volta valutati gli atti difensivi, ha riconosciuto l’interesse ad agire del forum e inoltre, entrando nello specifico delle richieste, ha dato ragione al presidente Testa, impartendo l’ordine di esibire tutti gli atti relativi alla nomina di Virginia Scafarto. La regione Molise ora ha 45 giorni di tempo per provvedere alla disposizione dei giudici del Tar.

Virginia Scafarto si è dimessa, ma Italo Testa annuncia che andrà avanti e che appena avrà la disponibilità di tutta la documentazione, qualora si evidenzino illegittimità, procederà a denunciare all’autorità anticorruzione e alle autorità giudiziarie penali e contabili il caso “affinché si accetti ogni responsabilità anche a carattere personale”.