Quantcast

Mamma e figlia disabili chiamano il 113: non abbiamo cibo. E la polizia fa loro la spesa

Una storia di generosità accaduta a Campobasso. Gli agenti della Volante si sono subito attivati per soccorrere le due donne in difficoltà

La forza di chiedere aiuto. E la nobiltà di darlo senza pensarci neanche un istante.

È la storia di un incontro, tra la mano tesa di una madre e una figlia, ambedue disabili e quella che l’afferra degli agenti di polizia della squadra volante.

E’ la cronaca che arriva dalla questura di Campobasso dove hanno pensato di rivolgersi le due donne, sole e demoralizzate dalla condizione di disagio in cui sono costrette a vivere.

solidarietà questura campobasso volante

A telefono hanno raccontato di non avere familiari o conoscenti ai quali chiedere aiuto per riuscire a procurarsi generi alimentari, perché impossibilitare  a fare la spesa.

Gli agenti della questura non si sono fatti trovare impreparati. Una Volante è corsa all’indirizzo della loro abitazione e qui hanno trovano un’anziana donna di 75 anni, seduta su una poltrona e attaccata alla bombola di ossigeno. Insieme a sua figlia, di 59 anni, allettata a causa di un intervento recente subito agli arti inferiori.

Gli agenti sono quindi andati al supermercato e hanno fatto una spesa abbondante. Le due donne al rientro dei poliziotti hanno pianto di gioia e commozione. Ringraziando continuamente la pattuglia che era intervenuta, a dimostrazione che la polizia, ancora una volta ha dimostrato di essere composta da uomini e donne che sono custodi attente della comunità. E lo dimostrano anche da gesti di straordinaria umanità come questo. A loro e a chi continua ad avere il coraggio di gesti di umanità e ad alimentare la speranza, va anche il nostro grazie.