Quantcast

In 7 giorni i contagi quadruplicano ma si azzerano ricoveri e decessi. Ulteriore spinta sui vaccini

Da 7 a 26: i contagi sono quasi quadruplicati nel giro di una settimana. La variante Delta sta cominciando ad arrivare in nuovi centri del Molise ma gli esperti rassicurano che i vaccini sono efficaci dal proteggere dal rischio di contrarre la malattia. E per la seconda settimana consecutiva al Cardarelli non si registrano nuovi ricoveri. L'estate deve, ora più che mai, fare rima con vaccini

La curva è risalita anche in Molise ma in sette giorni non ci sono stati né ricoveri né decessi. La settimana dal 5 all’11 luglio ha fatto segnare una ri-partenza dei contagi con quasi il quadruplo delle nuove diagnosi di infezione rispetto alla settimana precedente (da soli 7 a 26) ma è un virus che oggi fa molta meno paura e che non sta provocando un aumento (nemmeno contenuto) di ospedalizzazioni e morti.

Dai campioni analizzati nel laboratorio di biologia molecolare del Cardarelli negli ultimi sette giorni sono venuti fuori altri 4 casi (ce n’ erano già 4, tutti a Campobasso) di variante Delta. D’altronde la mutazione che ha avuto origine in India è destinata a divenire prevalente e il Molise non potrà certo fare eccezione. Una prospettiva che però non deve inquietare perché le rassicurazioni dal mondo scientifico sono chiare e suonano all’incirca così: ‘I vaccini (il ciclo completo, ndr) proteggono dalle forme gravi di malattia’. La variante Delta, detto altrimenti, non ‘buca’ il vaccino che resta l’unica arma per combattere le conseguenze più gravi del virus.

I dati molisani da qualche settimana a questa parte non fanno che confermarlo. Nell’ultima settimana non c’è stato alcun ricovero (né decesso); la settimana scorsa non c’era stato alcun ricovero ma – dopo più di un mese – un decesso. Potremmo andare avanti ma il dato che emerge con chiarezza è la frenata inarrestabile delle ospedalizzazioni che, unitamente a diverse dimissioni di degenti che per settimane hanno combattuto in reparto, ha portato al (quasi) svuotamento dell’ospedale di riferimento molisano dove ora non resta che un paziente in Malattie Infettive (erano in 3 domenica scorsa) mentre la Terapia Intensiva dal 3 giugno è Covid-free.

I contagi, dicevamo. Nella settimana appena conclusa sono stati 26 contro i 7 della precedente e i 35 di quella prima ancora. Il tasso di positività, in queste ultime tre settimane, è stato di 1.2%, 0.3% e 1% (la media degli ultimi 7 giorni). Insomma, si è riavvolto il nastro e i dati sono tornati quasi ai livelli di fine giugno. Niente di particolarmente preoccupante, ma la risalita non può negarsi. Complice anche l’emergere di nuovi focolai, in particolare a Guglionesi con oltre 10 contagi in 7 giorni dacché era a 0 casi da diverse settimane.

Per la seconda settimana consecutiva però – come anticipato – non c’è stato alcun ricovero in ospedale per Covid-19, anzi 2 dimissioni (cui vanno sommate le 4 della settimana scorsa). Il risultato è che nel reparto per le Malattie Infettive – dove l’ultimo ingresso c’è stato lo scorso 25 giugno – c’è solo un paziente, ci auguriamo prossimo al ritorno a casa. Zero anche i morti con Covid-19 negli ultimi sette giorni. Un dato sorprendente se paragonato ai ‘tristi’ bollettini di pochi mesi fa. Ieri, domenica 11 luglio, i decessi in Italia sono stati solo 7 (12 il giorno precedente) e si tratta del numero più basso da 10 mesi a questa parte.

 

Forse più della variante Delta o simili devono preoccupare i ‘buchi’ nella campagna vaccinale. Le somministrazioni di vaccini in Molise hanno superato quota 300mila negli ultimi giorni (al momento in cui si scrive sono 304.857) e negli ultimi sette giorni la media è stata molto alta. Dai 2800 vaccini al dì della scorsa settimana si è passati agli oltre 3.040 di quest’ultima che ha messo a segno oltre 21.300 inoculazioni. La sfida è sempre questa e diventa vieppiù dirimente: è il momento di spingere per arrivare all’autunno con una ottima copertura vaccinale. Pena, tornare a ‘ingolfare’ nuovamente gli ospedali di malati Covid-19, sacrificando ancora una volta la sanità ordinaria con conseguenze pesanti sulla salute dei cittadini.

I cittadini molisani ad oggi ancora infetti sono 62. Erano 60 la settimana scorsa ma negli ultimi 7 giorni ai nuovi casi vanno detratti 24 guariti. Questa la mappa dei contagi comune per comune.

mappa contagi 11 luglio

Scende Campobasso (2 soli casi negli ultimi sette giorni) mentre risale Isernia (+6 nuovi casi in una settimana) e, come detto, Guglionesi. Si è, contestualmente, quasi ‘sgonfiato’ il cluster della casa di riposo di Montenero di Bisaccia. Torna a +1 Termoli. Sono complessivamente 17 i comuni con (sparuti) casi di cittadini con l’infezione.