Quantcast

Il mandala sulla spiaggia di Termoli incanta GreenMe. Ribalta per la land art di Agostino Senese

L'opera, realizzata in un sabato di spiaggia pressochè deserta, è valsa al 'particolare' artista un articolo sul magazine che ha a cuore la Terra.

A Termoli le sue opere sulla sabbia non sono certo una novità, ma stupiscono ogni volta per la loro bellezza. L’autore di queste ‘misteriose’ e affascinanti creazioni è Agostino Senese, 51 di Termoli, e dopo il post apparso sul suo profilo Instagram di ieri 17 luglio, si è ‘meritato’ una menzione anche su  GreenMe che gli ha dedicato un articolo.

Spiaggia praticamente deserta in questo fine settimana di maltempo (ieri la pioggia e i temporali invero sono stati solo uno spauracchio a differenza di oggi) ma l’artista zen Agostino ne ha approfittato per ricreare sulla spiaggia, ai piedi del Castello, un enorme mandala di estremo impatto. Non è la prima volta ma le opere di land art che il ‘nostro’ regala sono ogni volta stupefacenti.

Così GreenMe: “Sono apparse sulle spiagge del Molise (perché, sì, se ve lo state chiedendo, in Molise c’è il mare e ci sono anche delle bellissime spiagge) delle misteriose e suggestive opere d’arte realizzate con elementi del paesaggio come sassi e sabbia. In molti, curiosi e amanti della natura, le hanno condivise sui social foto e video di queste opere misteriose, chiedendosi cosa fossero”.

Il termolese, in una intervista, ha dichiarato che “Lo spirito di questa arte effimera è quello di avvicinare l’uomo alla natura e di esserne parte; le installazioni nascono dalla natura stessa e trovano ispirazione da ambienti naturali: arenili, boschi, torrenti, fiumi, cascate e prati fioriti”.

Agostino Senese non è solo un artista di land art (una vera e propria forma d’arte contemporanea nata negli Usa alla fine degli anni ’60 che si basa sull’intervento dell’artista sull’ambiente circostante che ne diventa parte essenziale) ma anche un esperto di stone balance (letteralmente pietre in equilibrio), altra espressione artistica ‘naturale’ che consiste nella realizzazione di composizioni – contraddistinte naturalmente dalla temporaneità e dunque dall’essere effimere – fatte con pietre poste in equilibrio una sull’altra.

Tantissime anche le immagini (postate sul ricco profilo Instagram di Agostino) che mostrano le sue creazioni fatte con massi e pietre di diverse forme e dimensioni.

Ecco alcuni esempi.