Quantcast

“Green pass obbligatorio per andare a messa”: la proposta di Rifondazione comunista

Il Green pass dovrebbe essere obbligatorio anche per entrare in chiesa e seguire le celebrazioni eucaristiche: ne è convinto Pasquale Sisto, segretario regionale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea. Il riferimento è al certificato obbligatorio dal 6 agosto, per poter accedere (anche con una sola dose di vaccino, un tampone negativo fatto nelle 48 ore precedenti, o un certificato di avvenuta guarigione dal covid) per i ristoranti al chiuso, i locali dove si consuma al tavolo, per assistere agli spettacoli al cinema e a teatro, per partecipare a eventi e competizioni sportive, per andare nelle piscine, nelle palestre, ma anche a fiere, sagre, convegni, parchi divertimento, sale gioco, partecipazione a concorsi.

“Rifondazione Comunista Sinistra Europea si associa all’UAAR (Unione degli Atei e degli Agnostici Razionalisti, ndr) nel ritenere grave il trattamento differenziato che il governo riserva alle chiese. Perché il green pass non è previsto per andare a messa? Eppure anche i luoghi di culto possono essere occasione di assembramento. Quali sono le considerazioni sanitarie che hanno portato all’esclusione?”, scrive Pasquale Sisto.

“Si ha l’impressione di una clericalata per non irritare gerarchie cattoliche”, conclude.