Quantcast

Genitori dei bambini autistici stremati: presentato esposto in Procura contro Asrem

L'associazione ha deciso di dare mandato ad un legale, l'avvocato Vincenzo Iacovino, per tutelare i diritti dei piccoli e delle famiglie: "Appurare illiceità"

Una delle prime denunce pubbliche è stata rilanciata lo scorso 2 aprile, nella Giornata mondiale della consapevolezza dell’autismo. Ora le difficoltà e le ingiustizie che le famiglie dei bambini autistici sentono di subire da tempo trovano concretezza in un esposto inviato in Procura. 

“Pare risolversi verso il più triste degli epiloghi la vicenda che riguarda i bambini molisani affetti da disturbi dello spettro autistico, il cui caso rimpalla sulle scrivanie di
Asrem e Regione Molise da ormai 18 lunghissimi mesi”, scrive Vincenzo Germano, presidente di ANGSA Molise (Associazione nazionale Genitori delle persone con Autismo).

L’associazione ha deciso di dare mandato ad un legale, l’avvocato Vincenzo Iacovino, per tutelare i diritti dei piccoli e delle famiglie.

“Ai genitori convolti, come anticipato, non è rimasto che rivolgersi (dopo aver nuovamente diffidato e messo in mora l’Asrem, conferendo mandato allo studio Iacovino & Associati, ad adempiere a quanto prescritto dal tribunale di Campobasso e a risarcire i genitori di tutti i danni subiti sinora), alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Campobasso dove ieri è stato depositato ufficialmente un atto di esposto affinché la Procura, esaminati tutti gli atti allegati e quelli che vorrà eventualmente acquisire, disponga gli opportuni accertamenti in ordine ai fatti esposti, valutando gli eventuali profili di illiceità penale e, nel caso, individuare i possibili responsabili e procedere nei loro confronti”.

La battaglia dell’associazione, che lamentano la carenza di strutture per le persone con disturbi autistici e l’inadeguatezza dei contributi, è appena cominciata.

Non è un posto per bambini autistici, 3mila famiglie lasciate sole. “Costi insostenibili e strutture carenti”