Quantcast

Gare clandestine in motorino lungo il corso di Trivento: 4 ragazzini denunciati

Un video pubblicato sui social da uno dei giovanissimi protagonisti ha consentito ai Carabinieri di rintracciare gli autori della corsa notturna a bordo di mezzi con motori modificati che poteva avere conseguenze drammatiche: uno degli adolescenti si è ferito cadendo dal ciclomotore. Sono state elevate anche sanzioni per il mancato rispetto delle regole al codice della strada

Galeotto un video postato sui social e accompagnato dal titolo ‘Ottima serata’. Dalle immagini riprese dal telefonino i Carabinieri sono riusciti a risalire ai quattro ragazzini protagonisti di una nottata di baldoria, caratterizzata da una pericolosissima sfida avvenuta lungo il corso di Trivento. I giovanissimi gareggiavano, in piena notte, a bordo di motorini “modificati”. 

“La classica bravata estiva poteva trasformarsi nell’ennesima tragedia per i giovani, forse annoiati”, la ricostruzione degli uomini dell’Arma che si sono messi sulle tracce dei quattro adolescenti proprio grazie al video pubblicato da uno di loro sui social e diventato virale in pochissimo tempo. Immagini viste anche dal sindaco del paese trignino che ha espresso il suo sdegno. Anche perchè al termine di quella corsa folle e clandestina uno dei ragazzini si è ferito cadendo dal mezzo, complice l’abbigliamento che aveva in quel momento: un pantaloncino corto ed una t-shirt. Non ha riportato gravi lesioni solo per fortuna e pura casualità.

Anche per questo il primo cittadino ha rivolto un accorato appello sia ai ragazzi che ai genitori per invitarli a un maggior senso di responsabilità e per evitare che gesti sconsiderati di questo tipo potessero avere conseguenze drammatiche.

Subito dopo l’episodio si sono attivati anche i Carabinieri di Trivento che nel giro di pochi giorni hanno individuato gli autori della gara e i loro motorini: si tratta di ciclomotori potenziati e privi dei basilari requisiti di omologazione, recuperati e posti sotto il vincolo del sequestro, sul quale deciderà l’autorità competente.

I quattro ragazzini sono stati denunciati. 

“Il Codice della Strada all’articolo 9 ter – puntualizzano i militari – statuisce il “divieto di gareggiare in velocità con veicoli a motore”, con ripercussioni di natura penale demandati all’Autorità Giudiziaria Minorile di Campobasso che vaglierà i riscontri investigativi dei militari dell’Arma”. Inoltre, “dalla visione del video dal titolo “ottima serata”, sono emerse numerose altre infrazioni sanzionate a carattere amministrativo per infrazioni al medesimo Codice della Strada, comminate ai minori ed ai genitori. L’ “ottima serata” proseguiva con il post “Ed è appena iniziata”, viene da chiedersi come sarebbe finita.

Il Comandante della Compagnia Carabinieri di Bojano, assicurando una ulteriore intensificazione dei controlli – già stringenti – si dice preoccupato per alcune manifestazioni di disagio giovanile, cui bisogna porre argine mettendo in campo una rete che coinvolga diverse parti sociali, onde evitare che le conseguenze possano poi essere irreparabili”.