Quantcast

Aut Aut a Larino all’insegna di calcio, ironia e politica. E gli ospiti visitano il museo di Biscardi foto

Una serata all’insegna dell’ironia quella che ieri, 22 luglio, ha caratterizzato il quinto evento di questa stagione ricchissima dell’Aut Aut Festival.

Gli autori Pierpaolo Lala e Rocco Luigi Nichil hanno presentato il loro libro ‘Invasione di Campo. Il calcio nel linguaggio e nel racconto politico’ nella bellissima cornice di Palazzo Ducale a Larino.

Soddisfatto il primo cittadino Giuseppe Puchetti che ha accolto gli autori facendo visitare il Museo dedicato ad Aldo Biscardi, noto giornalista sportivo che ha avuto i natali a Larino e che proprio al Comune ha lasciato in eredità il suo studio con tutti i riconoscimenti ricevuti nel corso della sua carriera; studio che è stato ri-allestito al quarto piano di Palazzo Ducale dove è possibile ripercorrere le varie tappe della carriera del giornalista anche attraverso le sue ‘frasi’ più celebri, nel segno della più pura ed intelligente ironia.

puchetti aut aut fauzia palazzo ducale larino

Gli autori hanno intessuto insieme alla curatrice del festival, la giornalista Valentina Fauzia, una piacevole e divertente discussione sui temi del calcio e della politica sondando la storia che lega questi due ambiti e rivivendo i momenti più salienti in cui calcio e politica sono entrati in connessione, facendo una disamina attenta fino ad arrivare ai nostri giorni in cui il linguaggio politico è ancora fortemente caratterizzato dai termini calcistici.

aut aut fauzia palazzo ducale larino

Una carrellata di aneddoti che vedono protagonisti i personaggi politici e le loro passioni per giocatori e squadre italiane ha affascinato il pubblico che ancora una volta ha riempito tutti gli spazi e i posti messi a disposizione dall’amministrazione comunale nel pieno rispetto delle regole anti covid.

aut aut gazzani

L’Aut Aut Festival prosegue sabato 24 luglio con ‘Storia di una scomparsa’ di Carmine Gazzanni e Flavia Picccinni (edizioni Fandango) a Castel San Vincenzo, ancora una location d’eccezione e di straordinaria bellezza perché, come ha ricordato la curatrice Fauzia ‘Obiettivo dell’Aut Aut è quello di valorizzare gli autori e il Molise’.