Quantcast

Ancora piogge, il maltempo torna alla carica dopo il disastro di ieri. 3 pensionati salvati da auto in trappola

Un miglioramento delle condizioni meteo previsto a partire dalla serata odierna. Dopo gli allagamenti di ieri e i fiumi di fango sulle strade, con un auto in panne in mezzo alla strada allagata tra le altre cose della SP 51 (Sinarca), ancora piogge impetuose da Petacciato a Guglionesi, con forti raffiche di vento.

auto in panne sinarca sp 51 allagato

L’immagine in copertina risale a ieri, 18 luglio, e mostra la Sp 51 (meglio nota come Sinarca) allagata con un’auto in panne. Una arteria facilmente soggetta ad allagamenti quando ci sono – come ieri – piogge violente. Ieri c’è voluto l’intervento dei Vigili del Fuoco e dei Carabinieri per mettere in salvo i tre occupanti dell’auto. A bordo c’erano tre pensionati, rimasti fortunatamente illesi. Ieri la strada è stata momentaneamente interrotta ad opera di personale specializzato della Provincia di Campobasso.

Una notte di tregua, quella tra ieri e oggi, ma la giornata di lunedì 19 luglio è partita all’insegna, di nuovo, del brutto tempo: la perturbazione che da sabato interessa in modo particolare la costa e l’hinterland prosegue, con pioggia impetuosa accompagnata da forti raffiche di vento.

La massa temporalesca ha investito in mattinata il BassoMolise, con temporali sferzanti a Guglionesi, Montecilfone e, sul versante opposto, a Petacciato e Montenero. Proprio Petacciato è il comune che ha subito danni ingentissimi per la bomba d’acqua di ieri, domenica: in un’ora e mezza sul paese è caduta la pioggia dei primi tre mesi del 2021, “una situazione senza precedenti” ha dichiarato il sindaco Roberto Di Pardo, che anche oggi è impegnato, con la struttura tecnica e la protezione civile, per le tante segnalazioni di disagi e pericoli che si susseguono.

Case allagate e senza corrente per ore, cimitero semidistrutto: Petacciato chiede lo stato di emergenza

A Petacciato oggi è la giornata della conta dei danni, ma si teme per nuovi rovesci. Nella mattinata di oggi la pioggia è tornata in maniera molto sporadica e per fortuna con durata brevissima, almeno per ora. Continuano a esserci disagi causati da strade chiuse e danni provocati dalla forza dell’acqua e questa ulteriore pioggia di certo non aiuta.

Sono state riaperte tutte le arterie stradali che erano state chiuse per presenza di fango e detriti, resta interdetta la bretella che porta sulla strada cosiddetta Vaccareccia e che rimane chiusa per precauzione. Chiuso al pubblico anche il cimitero dove ieri è crollato un muretto di recinzione ma per fortuna non sono state allagate bare o cappelle. Si continua a lavorare invece per il ripristino delle cabine elettriche dopo i gravi danni provocati dal nubifragio di domenica mattina con diverse squadre dell’Enel ancora sul posto. Comune e Protezione civile stanno monitorando la situazione.

I Vigili del Fuoco sono impegnati in decine di interventi per strade allagate, fango, alberi caduti e rami spezzati. Un miglioramento delle condizioni meteo previsto a partire dalla serata odierna.