Quantcast

9 luglio – Ottime notizie: 0 positivi, 11 guariti. Ultimi giorni per l’Esercito tra gli anziani e i malati: 6mila vaccini a domicilio foto

Non ci sono nuovi casi in Molise, tantomeno ricoveri. Stabili le ospedalizzazioni con un unico paziente in attesa di essere dimesso. Le Terapie Intensive sono vuote da 36 giorni, e la campagna di vaccinazioni viaggia spedita. Ultimi giorni di inoculazioni a domicilio tra anziani e malati per l'Esercito, che ha somministrato migliaia di preparati anti-covid agli over 60 e che oggi ha lasciato Petacciato dopo 3 giorni.

Non ci sono nuovi contagi nelle ultime 24 ore sulla base dei 448 tamponi refertati. Non ci sono nemmeno nuovi ricoveri ma all’ospedale Cardarelli continua a lottare contro il virus un paziente del reparto di Malattie Infettive.

11 GUARITI, MOLTI DELLA RSA VILLA SANTA MARIA – C’è un’altra notizia molto confortante nel bollettino diramato dall’Asrem oggi, 9 luglio: in Molise si registrano undici guarigioni. La maggior parte di queste è legato al cluster della rsa di Montenero di Bisaccia ‘Villa Santa Maria’: il focolaio che aveva tenuto in apprensione le autorità locali si sgonfia. Segno che la protezione offerta dai vaccini funziona. A Montenero secondo il Comune “il numero totale dei positivi è attualmente di 7 unità, 4 delle quali riferibili alla Casa di Accoglienza per Anziani “Villa Santa Maria” e 3 unità nel centro urbano”.
In particolare nel centro bassomolisano sono state accertate 5 guarigioni, 4 invece a San Salvo. Altre due persone hanno sconfitto il virus: una di Vasto, l’altra di San Martino in Pensilis.
Sale dunque a 13.196 il numero delle persone guarite dall’infezione.

Rsa Villa santa Maria Montenero di Bisaccia anziani focolaio

ESERCITO IN MISSIONE MOLISE: OLTRE 6MILA LE VACCINAZIONI A DOMICILIO – Sono stati giorni di aiuto vero alla popolazione molisana quelli che hanno visto protagonista l’Esercito per le somministrazioni a domicilio, spesso nei luoghi più difficili e nei paesi montani, dai quali è meno agevole muoversi per raggiungere i centri vaccinali delle città. I militari messi in campo dal Generale Figliuolo hanno somministrato finora oltre 3mila dosi in casa, girando fra anziani e malati residenti nei piccoli paesi, conquistandosi non solo la stima e la riconoscenza ma anche l’affetto della popolazione più fragile. Il primo team mobile a scendere in campo in Italia, il 24 marzo scorso, è stato proprio quello del tenente colonnello Costanzo Di Iorio, in Molise. All’epoca la regione era rossa e si contavano ogni giorni i morti per Covid. Finora sono stati  tre  team impegnati sul territorio che hanno portato a termine 6 mila vaccinazioni domiciliari. Entro luglio il lavoro sarà finito.

IL TEAM QUARANTIELLO LASCIA PETACCIATO

Proprio oggi il team Quarantiello ha lasciato  Petacciato, dopo tre giorni di vaccinazioni a domicilio. La squadra ha girato il Molise in questi mesi per effettuare le inoculazioni del preparato anti covid-19 casa per casa alle persone oltre i 60 anni che per un motivo o per l’altro erano sfuggite alla campagna vaccinale. A Petacciato la squadra composta da 3 militari ha avuto il sostegno anche logistico da parte della Protezione civile che si è rivelata fondamentale in un lavoro certosino per poter raggiungere anche le abitazioni più isolate ed effettuare le vaccinazioni. Al Team Quarantiello che ha dimostrato grande professionalità vanno i ringraziamenti dell’Amministrazione comunale e della Protezione civile per il lavoro svolto in favore della popolazione di Petacciato.

bollettino 9 luglio 2021

I DATI NAZIONALI – Sono 1.390 i nuovi casi di coronavirus in Italia (ieri sono stati 1.394). Sale a 4.268.491 il numero di persone che hanno contratto il virus Sars-CoV-2 (compresi guariti e morti) dall’inizio dell’epidemia. I decessi odierni sono 25 (ieri sono stati 13), per un totale di 127.756 vittime da febbraio 2020.