Quantcast

19 luglio – Oggi nessun caso, sono 103 i positivi totali in Molise: tutti sono legati alla variante Delta

Sono 298 i test effettuati nelle ultime 24 ore, e non ci sono nuovi casi di infezione. Il numero dei positivi attuali in Molise è di 103, 50 dei quali a Guglionesi. Una persona (residente a Guglionesi) è l'unico paziente ricoverato al Cardarelli, in area non critica. Dal laboratorio di Biologia Molecolare la conferma che i nuovi casi del Molise sono legati alla variante delta, 9 volte più trasmissibile di quella alfa.

I tamponi refertati nelle ultime 24 ore a Campobasso, nel laboratorio dell’ospedale Cardarelli, sono 298: un numero inferiore alla media giornaliera perché ieri era domenica. Non ci sono nuovi positivi e questa rappresenta una buona notizia, che tuttavia deve essere presa con le molle in considerazione, appunto, del numero ridotto di test. C’è invece un guarito, una persona di Campobasso il cui tampone è negativo. Sono quindi al momento 103 i casi attualmente positivi, la metà dei quali concentrata nel comune di Guglionesi. Di questi solo una persona è in condizioni tali da richiedere l’ospedalizzazione: si tratta di una giovane donna residente a Guglionesi che sabato pomeriggio è stata ricoverata in malattie infettive.

bollettino 19 luglio

INDAGINI DI LABORATORIO CONFERMANO: TUTTI I CASI MOLISANI COLLEGATI ALLA VARIANTE DELTA 

La variante Delta, considerata 9 volte più trasmissibile di quella Alfa (o inglese), è ormai predominante in Molise e coinvolge praticamente tutti i casi rilevati da tamponi nelle ultime settimane, compresi i 50 di Guglionesi che registra in sostanza la metà delle diagnosi attuali da infezione di Sars Cov 2. La conferma arrivadal laboratorio di Biologia molecolare del Cardarelli di Campobasso, diretto dal dottor Massimiliano Scutellà che è impegnato proprio nel sequenziamento dei campioni molecolari arrivati dai vari comuni molisani in cui il virus è in circolazione. Il pre-screening, che consente di avere una indicazione abbastanza precisa del tipo di mutazione rilevata nei campioni oro-faringei, ha già dato questo esito, pur nell’attesa che il sequenziamento (operazione lunga e complessa che si effettua in laboratorio) venga concluso.

La maggiore trasmissibilità della Delta (o ex indiana) potrebbe spiegare, in forza dell’elevata trasmissibilità che questo tipo di mutazione presenta a differenza della variante inglese, dominante in Molise fino a poco tempo fa, il numero di contagi avvenuti durante occasioni di socialità dei ragazzi all’aperto come aperitivi al bar, happy hours sulla spiaggia, festeggiamenti in occasione della vittoria della nazionale azzurra agli Europei.

VIRUS IN 20 COMUNI, A DOPPIA CIFRA SOLO GUGLIONESI E CAMPOBASSO

La mappa Asrem (aggiornata coi dati di ieri 18 luglio) mostra la progressiva espansione del contagio e l’allargamento – come noto – del cluster di Guglionesi. In Basso Molise c’è qualche sparuto contagio a Montenero di Bisaccia (ma la casa di riposo è ormai Covid-free), a Termoli, a Campomarino e a Larino. Campobasso resta con un numero di casi a doppia cifra mentre Isernia è scesa e ora conta solo 4 casi attualmente positivi.

Mappa contagi 18 luglio

I DATI NAZIONALI

Sono 2.072 i nuovi casi di coronavirus rilevati in Italia nelle ultime 24 ore su quasi 89.100 tamponi, per un tasso di positività pari al 2.3% (ieri era all’1.9%). Un valore alto, che risente però anche dell’effetto-domenica in cui il numero di test scende sensibilmente. 7 invece i decessi, che ieri erano 3. Tra ieri e oggi sono stati 16 gli ingressi in reparti di Terapia Intensiva, e complessivamente il bilancio è di +6 ricoverati in area critica rispetto a ieri.