Quantcast

19° ciak: parte MoliseCinema. Red carpet per Jasmine Trinca e omaggio a Nino Manfredi foto

Si comincia il 3 agosto. In concorso 7 opere prime italiane e internazionali, 6 documentari, 18 corti italiani e 22 corti internazionali, tra cui 21 anteprime. Attesa per Alba Rohrwacher con il film "Sous le ciel d’Alice" in anteprima italiana. Tra i giurati Babak Karimi, Maura Delpero, Simonetta Solder

MoliseCinema: 19esimo ciak. É quello targato 2021 ed è pronto a partire martedì 3 agosto. Sulla scia dei successi precedenti che hanno portato il comune di Casacalenda al centro del mondo artistico nazionale e internazionale, al centro delle riflessioni di maestri del set che hanno definito il progetto che ogni anno prende forma a Casacalenda “un gioiello capace di valorizzare la bellezza della terra a cui appartiene”, anche quest’anno si avvia al decollo e lo fa seguendo un fil rouge che porta dritto al nome di Nino Mafredi. La sei giorni di cinema (l’evento si chiuderà l’8 agosto) è infatti dedicata proprio al compianto attore protagonista di film e performance indimenticabili che hanno costruito l’ossatura della storia del cinema italiano.

Il Festival sarà uno scrigno di numerosi altri eventi: proiezioni speciali, incontri con i protagonisti, workshop, presentazioni di libri, retrospettive, mostre, spettacoli e concerti.

 

Il fine di “MoliseCinema” è infatti quello di promuovere le più recenti e innovative produzioni del cinema italiano e internazionale, privilegiando i giovani autori e i nuovi linguaggi, con particolare attenzione ai cortometraggi e ai documentari. Nelle diciotto edizioni finora svolte ha offerto al pubblico una programmazione molto articolata ospitando centinaia di attori, registi, produttori e addetti ai lavori.

Proprio la partecipazione di numerosissimi ospiti e protagonisti del mondo del cinema, l’ampia visibilità sulla stampa locale e nazionale e un generale consenso da parte delle istituzioni e della società civile confermano l’interesse crescente per MoliseCinema, che è diventato un punto di riferimento costante della vita culturale del Molise e del Mezzogiorno e che, anno dopo anno, acquisisce maggior spessore nazionale ed internazionale.

molisecinema casacalenda

Durante le edizioni precedenti Molise Cinema ha consolidato collaborazioni e partenariati con altri festival al fine di creare una rete di scambio dei lavori cinematografici presentati e favorirne la circolazione.

E poi con la sezione “Girare il Molise” il Festival intende valorizzare il Molise, appunto, come location per le produzioni cinematografiche ed audiovisive.

Sono 4 sono i concorsi di MoliseCinema 2021, che oltre alle proiezioni fisiche saranno quasi integralmente visibili online, ad accesso gratuito, sul portale MYmovies. Tra i titoli in programma numerose anteprime italiane o internazionali e la partecipazione di registi e attori alle proiezioni: 22 i cortometraggi internazionali, 18 i cortometraggi italiani, 6 i documentari italiani, 7 i titoli di Paesi in lungo, sezione dedicata alle opere prime e seconde. Sono 3 le giurie che giudicheranno le opere in concorso. La giuria dei cortometraggi internazionali è composta dal regista e attore iraniano Babak Karimi, dal regista corso Rinatu Frassati e dalla produttrice Pilar Saavedra Perrotta. Per la giuria dei corti italiani ci saranno l’attrice Simonetta Solder, il casting director Armando Pizzuti e il regista Gianluca Santoni. Per i documentari la giuria è composta dalla regista Maura Delpero, dal regista e fumettista Davide Maldi e dal professore e saggista Christian Uva. Per i lungometraggi il premio viene assegnato dal pubblico. Ci sarà anche una giuria di studenti della scuola di cinema IFA di Pescara che assegnerà un premio al miglior cortometraggio.

Il 4 agosto sarà proiettato al Cinema-Teatro il lungometraggio che ha visto l’esordio alla regia di Valeria Golino: “Miele”. La storia di una donna che aiuta segretamente i malati terminali a morire. Incontra un anziano signore che chiede il suo aiuto perché stufo di vivere ma dopo aver scoperto che l’uomo non è in fin di vita per una malattia incurabile, la giovane si rifiuta di assisterlo ed invece incomincia con lui una relazione di amicizia emotivamente intensa.

E sabato 7 agosto all’arena di Casacalenda arriva proprio lei, la protagonista di “Miele”: Jasmine Trinca. L’occasione del suo incontro con il Molise è la presentazione del libro “Uno sguardo altro”.  

molise cinema libro jasmine trinca

Splendida attrice italiana, Jasmine Trinca Nella sua carriera ha vinto 2 David di Donatello, 4 Nastri d’argento, 2 Globi d’oro, 2 Ciak d’oro, il Premio Marcello Mastroianni alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, il premio Gian Maria Volontè e il premio Un Certain Regard come miglior attrice.

Per la sezione retrospettiva MoliseCinema 2021 omaggia Nino Manfredi nel centenario della nascita. Nino per tutti, tutti per Nino è infatti il titolo della mostra virtuale realizzata in collaborazione con il Centro sperimentale – Cineteca nazionale. Un percorso di 70 immagini, tratte dall’archivio fotografico della Cineteca nazionale, che ricostruisce la carriera dell’attore dai primi film ai grandi successi che lo hanno reso, insieme a Gassman, Sordi e Tognazzi, uno dei “quattro moschettieri” della commedia all’italiana. Saranno inoltre proiettati per l’occasione L’avventura di un soldato diretto e interpretato dallo stesso Manfredi (1962), Straziami ma di baci saziami di Dino Risi (1968) e Pane e cioccolata di Franco Brusati (1974). Il manifesto del Festival è tratto da una delle immagini della mostra che ritraggono Nino Manfredi e Marisa Allasio sul set di Carmela è una bambola del 1958.

 Come sempre è molto nutrito il programma degli eventi speciali del Festival. Tra questi l’incontro, tra cinema e letteratura, con la scrittrice Donatella Di Pietrantonio; il talk “Sillabario delle emozioni” di Domenico Iannacone; il talk su Marcel Proust dello scrittore Antonio Pascale. Iannacone riceverà inoltre il Premio Armida Miserere, riconoscimento assegnato a un protagonista del cinema e della cultura che si è distinto per la passione civile e la sensibilità verso i temi sociali. Due sono i concerti proposti: la cantautrice Liana Marino che rilegge Lucio Dalla e il suo rapporto con il cinema e il duo Le Malelingue che ripropone le sonorità cinematografiche degli anni ’80-90’.

Fra le altre cose verrà presentato al Festival il progetto di didattica del cinema Ciak s’impara, realizzato da MoliseCinema nell’anno scolastico 202-2021 in quattro istituti scolastici di Termoli. Durante le giornate del Festival sarà aperto anche uno spazio per i bambini più piccoli (sotto i 12 anni), con proiezioni di film e in cui si integrano fumetto, finzione e cartone animato.

Il Festival, diretto da Federico Pommier Vincelli, è organizzato dall’Associazione MoliseCinema. Promosso da Regione Molise e Comune di Casacalenda, ha il patrocinio e il contributo del MIC – Direzione Cinema del Ministero della Cultura. Collaborano le aziende La Molisana, Dimensione, Biosapori, Fonte nuova, Di Fonzo, la Fondazione Caradonio Di Blasio, la cooperativa Koinè, la cooperativa Nardacchione, la Lilt- Campobasso, Molise di mezzo.