Quantcast

Spese pazze, pena ridotta in Appello per l’ex consigliere regionale Camillo Di Pasquale

Ricordate le ‘spese pazze’ dei consiglieri regionali? Oggi è stato scritto un nuovo capitolo di quell’inchiesta: la Corte d’Appello del Tribunale di Campobasso ha ridotto a 3 anni la pena inflitta in primo grado a Camillo Di Pasquale. L’ex esponente del centrodestra eletto nel 2006 nel listino di Michele Iorio era stato condannato a 4 anni di reclusione.

La sentenza arriva cinque anni dopo l’avvio del processo che ha fatto seguito all’inchiesta della Procura che ha voluto accertare come gli eletti spendessero i finanziamenti pubblici concessi ai gruppi in Consiglio regionale.

Spese pazze per ristoranti e telefoni, condannato a 4 anni ex consigliere Di Pasquale

Camillo Di Pasquale era stato considerato colpevole del reato di peculato e di aver speso 208mila euro di soldi pubblici soprattutto in ristoranti e telefonate, dunque non per finalità legate specificatamente alla sua attività di consigliere regionale.

Infine, l’ex esponente del centrodestra dovrà risarcire anche la Regione Molise e il Codacons (difeso dall’avvocato Fabio Del Vecchio) che si erano costituiti parte civile nel processo.