Quantcast
Campobasso

Prestazioni sanitarie per i piccoli autistici, l’Asrem viola la sentenza del Tribunale

L'associazione dei genitori ha denunciato dopo 18 mesi l'inosservanza dell'azienda sanitaria in merito al risarcimento delle spese sanitarie. L'avvocato Iacovino diffida e mette in mora

La sentenza del Tribunale di Campobasso (emessa a marzo 2020) che condannava  l’Asrem ad erogare in via diretta le prestazioni o a rimborsare i costi sostenuti dai genitori per garantire ai minori l’assistenza terapeutica Aba presso altre strutture, è rimasta inevasa.

Finora infatti non c’è stato alcun segnale di intenzione a rispettare il verdetto e il caso pare si rimpalla sulle scrivanie di Asrem e Regione Molise da ormai 18 lunghissimi mesi. Affranti, ovviamente risentiti e delusi i genitori dei piccoli autistici che hanno quindi aderito alle vie legali scegliendo lo studio Iacovino per diffidare l’azienda sanitaria e metterla in mora.

“Attraverso una serie tortuosa di rimpalli, rimandi, lettere incomplete, richiesto di accesso agli atti, l’Asrem non ha adempiuto ad alcuna delle prescrizioni – ha spiegato Vincenzo Germano, presidente dell’associazione Genitori Autismo Molise Onlus – che pure in uno stato di diritto risultano ancora cogenti”.

E’ finanche fuori luogo dover sottolineare quanto certe spese pesino su un bilancio familiare tanto da aggravare – in alcuni casi – la condizione economica e finanziaria di nuclei costretti a ricorrere anche a finanziamenti presso terzi. Eppure è quanto è accaduto e continua accadere, sotto l’indifferenza delle istituzioni che della problematica dovrebbero invece occuparsi a maggior ragione se obbligati dalla sentenza di un tribunale. “Qualora fosse necessario ribadirlo – continua Germano – mi preme ricordare che non parliamo di vezzi ma di terapie che risultano fondamentali”.

Vi sarebbe stata persino una terza via, accreditare medio tempore un centro privato competente in materia presso il Servizio Sanitario regionale ma è  “inutile  anche ribadire che le carte giacciono sulle scrivanie della Regione Molise da mesi”.

Quindi tutti i genitori si sono visti costretti a ricorrere nuovamente alle sedi legali (civili, penali e contabili) per accertare ogni responsabilità anche di carattere personale, dopo aver nuovamente diffidato e messo in mora l’Asrem. “Per questo abbiamo conferito mandato allo studio Iacovino – prosegue il presidente dell’Associazione – chiediamo che l’Asrem adempia a quanto prescritto dal tribunale di Campobasso e risarcisca i genitori di tutti i danni subiti sinora”.

commenta