Quantcast

Più poveri per l’emergenza covid: 2 milioni per sostenere Diocesi e Caritas

Il presidente Donato Toma e l'assessore Filomena Calenda annunciano il bando che consentirà di aiutare le attività in favore delle persone meno abbienti

L’emergenza covid ha aumentato la povertà: molti hanno perso il posto, mentre chi lavorava in nero è dovuto rimanere a casa. Senza un reddito su cui contare tante famiglie che non riuscivano a fare la spesa sono state costrette a rivolgersi alla Caritas o alla parrocchia. Solo in questo modo sono riuscite a portare un piatto a tavola. Le richieste alle mense per i poveri insomma sono aumentate.

E’ in questo contesto che il governo Toma ha deciso di intervenire.

Sostenere le attività delle Caritas nell’aiuto e nel supporto alle famiglie e alle persone bisognose in difficoltà, ma anche far fronte alle spese per il mantenimento delle parrocchie: con questi obiettivi è stato approvato e pubblicato un bando da parte della Regione Molise, destinato a raccogliere le manifestazioni di interesse a beneficio delle quattro Diocesi molisane.
L’intervento ha una connotazione di carattere eccezionale e temporaneo, in quanto specificamente programmato per le Diocesi nell’ambito delle misure per il contrasto e la mitigazione degli effetti dell’emergenza sanitaria, economica e sociale dovuta alla pandemia da Covid-19. La dotazione finanziaria è di 2 milioni di euro a valere sulle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC).

“Un’iniziativa molto importante – dichiara il presidente Toma – che consentirà di sostenere gli enti religiosi che hanno avuto un ruolo significativo in questi mesi di pandemia fornendo ai cittadini in difficoltà beni di prima necessità e contribuendo, talvolta, a sostenerne le spese. Diocesi, Caritas e Parrocchie sono state un punto di riferimento per tante famiglie molisane. Un ulteriore sostegno che abbiamo pensato per il nostro territorio, che va ad aggiungersi agli Avvisi pubblici destinati alle imprese e alle associazioni sportive locali. La Regione, sin da subito, ha messo in campo tutti gli strumenti a sua disposizione, sfruttando al meglio i fondi disponibili, provvedendo anche a riprogrammare e riallocare le risorse”.

Toma e Calenda

“La misura – aggiunge l’assessore alle Politiche sociali, Filomena Calenda – rappresenta un’importante azione di sostegno ai bisogni sociali nei territori molisani che, con la collaborazione delle Caritas diocesane, riceveranno contributi utili a dare sollievo a persone e famiglie in difficoltà. Le Caritas, infatti, sono gli organismi pastorali che hanno il compito di promuovere la testimonianza della carità attraverso l’aiuto alle persone e alle comunità che vivono situazioni di problematicità occasionali o permanenti. Si tratta, dunque, di uno strumento necessario per la cooperazione solidale e per affrontare insieme la difficile sfida di restituire autonomia alle famiglie indigenti, assicurando loro relazioni vitali e risorse idonee nel percorso di valorizzazione delle proprie responsabilità e potenzialità”.