Quantcast

72enne muore dopo una caduta dalla sua ‘amata’ bici, Petacciato dice addio a Carlo

Ieri la tragica caduta in bici, sua fedele 'compagna'. Prima l'intervento del 118, poi il trasferimento in ospedale ma Carlo non ce l'ha fatta. Oggi la camera ardente e lunedì i funerali, alle cui spese provvederà il Comune

Più informazioni su

Se n’è andato per le conseguenze di una caduta dall’amata bici, sua compagna di vita e fedele mezzo di trasporto in ogni spostamento. È morto ieri sera 19 giugno, qualche ora dopo la caduta avvenuta mentre percorreva la provinciale 96 che da Petacciato conduce verso le campagne, dove abitava da sempre. Dopo l’intervento del 118, il trasferimento al San Timoteo dove però i medici nulla hanno potuto: troppo gravi le conseguenze del trauma.

Carlo Ioannone aveva 72 anni e per Petacciato era in qualche modo un personaggio. Chiunque in paese può riferire di averlo visto almeno una volta con la sua vecchia bici mentre percorreva instancabile le strade del basso Molise. La sua è quella che si potrebbe definire una vita ai margini della società, ma la sua morte lascia comunque un segno nella comunità petacciatese.

In queste ore il Comune sta organizzando il funerale e poco fa il sindaco Roberto Di Pardo ha condiviso un messaggio indirizzato alla popolazione per chiunque voglia salutarlo per l’ultima volta. “Purtroppo, causa una tragica fatalità, ieri 19 giugno, è venuto a mancare Carlo Ioannone.
Carlo era conosciuto e benvoluto da tutto il paese.
Con la sua bicicletta non c’era un giorno, con vento, pioggia o sole, che non ritornasse in paese.
Dalle ore 13 fino alle ore 18, sarà allestita la camera ardente presso la casa funeraria di Bavota a Termoli per tutti coloro volessero rendergli l’ultimo saluto.
I funerali domani pomeriggio alle ore 16 presso la chiesa di San Rocco”.

Generico giugno 2021

Più informazioni su