Quantcast

Operatore ecologico preso a pugni da un ambulante. Dovrà essere operato al volto

Il netturbino aveva rimproverato un venditore per i rifiuti lasciati a terra dalla sua bancarella quando un altro commerciante lo ha aggredito mandandolo all'ospedale con due fratture allo zigomo

È finito in ospedale con una doppia frattura sul volto e dovrà essere sottoposto a un intervento chirurgico di ricostruzione ossea l’operatore ecologico di 37 anni colpito con un pugno in faccia da un venditore ambulante che l’ha aggredito al culmine di una discussione durante il consueto mercato di in via degli Aviatori a Campomarino.

Il fatto è avvenuto attorno alle 13 di mercoledì scorso 16 giugno e a riferirlo è la stessa vittima. “Mi sono avvicinato a una bancarella che vende capi di abbigliamento, perché erano state lasciate per terra delle cartacce e l’ambulante non stava facendo nulla per raccoglierle” riferisce il giovane operatore ecologico residente a Campomarino.

“Lui mi ha risposto dandomi del ladro per ben due volte, e io ho replicato. A quel punto è arrivato un altro ambulante, della stessa bancarella, e io l’ho allontanato dicendogli che non stavo discutendo con lui. Questo è avvenuto due volte ma lui è tornato ancora per la terza volta e mentre mi voltavo mi ha sferrato un pugno in faccia”.

Un episodio di inaudita gravità che purtroppo si innesta in un clima di grande aggressività nei confronti degli operatori ecologici a Campomarino. “Le persone spesso se la prendono con noi – dice il 37enne – anche quando non c’entriamo nulla. Noi facciamo semplicemente il nostro lavoro e cerchiamo di tenere il paese pulito, perché molto spesso le carte lasciate a terra volano via a causa del vento. Però non mi era mai successo che qualcuno mi mettesse le mani addosso”.

L’uomo si è quindi recato subito in ospedale ma a causa dell’indisponibilità della Tac ha dovuto attendere per avere certezza della diagnosi. Nella giornata di ieri è tornato in ospedale ed è stato sottoposto a Tac e radiografie che hanno evidenziato la frattura scomposta del seno mascellare sinistro e la frattura completa del seno mascellare destro.

Verrà quindi sottoposto a un intervento in Otorinolaringoiatria per la ricostruzione ossea. Oggi è previsto il ricovero nel reparto. La prognosi è di 30 giorni, il che fa automaticamente scattare l’indagine d’ufficio, sebbene l’uomo avesse già intenzione di rivolgersi alle forze dell’ordine per sporgere denuncia.