Quantcast

Notti di eccessi alcolici a Campobasso e Termoli, oltre ai controlli appello ai baristi: “Rispettate le ordinanze”

Vertice in Prefettura coi sindaci Gravina e Roberti, che hanno firmato due ordinanze restrittive per la movida dopo episodi di violenza ed eccessi legati all'abuso di birra e superalcolici. Il Prefetto si appella ai gestori dei locali per l'osservanza delle ordinanze che limitano orari di apertura e vendita di alcol

Campobasso e Termoli, le due cittadine molisane dove il problema legato alla movida è più stringente. Come le cronache hanno riferito più volte, con le riaperture dei locali sono ricominciate scene di degrado urbano, risse, disordini, perfino aggressioni. Tutto collegato – al di là delle ipocrisie – a un abuso di alcol e droghe, che trova terreno facile in alcuni fasce di popolazione, specialmente dopo il lungo periodo di restrizioni.

Si corre ai ripari come si può: da un lato Roberto Gravina limita gli orari di apertura dei bar, dall’altro Francesco Roberti vieta la vendita e il consumo di alcol, in qualsiasi forma, a partire dall’una di notte. La Prefettura garantisce “controlli rigorosi e mirati per il rispetto delle due ordinanze”, che stanno facendo discutere parecchio in entrambe le città. Ma non basta, e quindi il Prefetto con la condivisione dei due primi cittadini si rivolge ai titolari di locali serali chiedendo “piena e fattiva collaborazione nel comune interesse di riavviare le attività di intrattenimento serale in un clima di serenità e sicurezza”.

Ai gestori di bar ma anche pub, ristoranti, pizzerie e luoghi di ristorazione vari dove si consumano alcolici viene richiesta l’osservanza delle prescrizioni dettate, in un’ottica di collaborazione. Oggi se ne è discusso in un incontro presieduto dal prefetto di Campobasso Francesco Antonio Cappetta con la partecipazione di Gravina, Roberti, e dei vertici delle forze di polizia territoriali.

Violenza, risse e caos nelle notti termolesi, il sindaco vieta l’alcol (anche da asporto) dopo l‘una

 

Sono state esaminate le problematiche connesse alle attività di svago serale a Campobasso e Termoli e l’attenzione è stata incentrata proprio sui provvedimenti recentemente adottati dai sindaci per limitare la somministrazione di alcol nelle ore notturne e in modo particolare per contrastarne il consumo diffuso tra i ragazzi e soprattutto tra i minorenni. L’obiettivo è quello di evitare i fenomeni di degrado e violenza che accompagnano le notti ubriache. A partire da questo weekend dunque controlli potenziati nei luoghi del divertimento, affidati a anche alla Polizia Municipale.

Il sindaco di Campobasso mette un freno alla movida: ‘coprifuoco’ alle 2 per i locali