Quantcast
I fatti del 12 giugno

Notte di violenza a Termoli: barista cacciò cliente ubriaco a calci e pugni. Questore chiude locale sul Corso per 5 giorni

Gli accertamenti della Polizia sugli episodi di due settimane fa hanno portato alla chiusura temporanea del Bar Tabacchi e al divieto di frequentazione della stessa attività per un anno nei confronti del 56enne che diede in escandescenze per poi essere cacciato con le maniere forti

Locale chiuso per cinque giorni. Lo ha disposto il Questore di Campobasso nei confronti del Bar Tabacchi di Corso Nazionale dove sabato 12 giugno si sono verificati degli episodi di violenza, con tanto di video girato sui social nei giorni successivi. Il Questore ha deciso di punire sia il 60enne termolese titolare del bar, reo di aver picchiato un cliente che aveva dato in escandescenze, sia quest’ultimo che invece si era reso protagonista di schiamazzi e disturbo degli altri avventori, per poi essere cacciato in malo modo.

Si è trattato di uno degli avvenimenti più discussi della notte fra il sabato 12 e domenica 13 giugno a Termoli, una notte caratterizzata da risse e interventi di 118 e forze dell’ordine sul Corso e in piazzetta. In quel caso, un uomo di 56 anni originario di Termoli e con precedenti penali e di polizia per reati contro la persona e la pubblica amministrazione, aveva infastidito i clienti di un frequentato bar di corso Nazionale, al punto tale che il titolare aveva usato le maniere forti per mandarlo via.

In un filmato girato su Instagram e su Whatsapp nelle ore successive, si vede il barista 60enne che usa la forza e spinge violentemente l’uomo fuori dal locale, fino a fargli sbattere la testa. “Gli Agenti hanno acquisito un video pubblicato sui social riguardante l’episodio – si legge in una nota della Polizia -. Dalle immagini è emersa anche la presenza all’esterno del locale di numerosi ragazzi, almeno dieci, tra cui quelli che hanno successivamente diffuso le immagini dell’accaduto, intenti ad assistere all’aggressione da parte del titolare dell’esercizio pubblico che ha colpito con calci e pugni l’avventore ubriaco, incitandolo (il barista, ndr) addirittura alla violenza e senza che nessuno sia intervenuto”.

In quel caso inoltre una chiamata al 113 aveva fatto giungere una Volante del Commissariati di via Cina. I poliziotti avevano verificato la presenza del 56enne in evidente stato di ubriachezza e con numerose ferite sul corpo. Vista la situazione, venne chiesto l’intervento di personale del 118 per le immediate cure del caso.

A conclusione degli accertamenti, il Questore Conticchio ha disposto la chiusura per 5 giorni dell’esercizio commerciale mentre per il 56enne originario di Termoli è stato disposto il divieto di accesso e di stanziamento nelle immediate vicinanze di quel locale per la durata di un anno.

Anche in seguito a quell’episodio il sindaco di Termoli Francesco Roberti ha emanato un’ordinanza con la quale ha vietato la vendita di alcol dopo l’1.

leggi anche
Termoli, controlli nei locali del centro
Termoli
Arriva la notte e si scatena la furia: due risse e un’aggressione in poche ore, cresce l’allarme violenza
corso termoli movida assembramenti
Termoli
Violenza, risse e caos nelle notti termolesi, il sindaco vieta l’alcol (anche da asporto) dopo l‘una
bottiglie di birra vuote montecilfone
Comitato ordine e sicurezza
Notti di eccessi alcolici a Campobasso e Termoli, oltre ai controlli appello ai baristi: “Rispettate le ordinanze”
commenta