Quantcast

Magnolia, Bove ai saluti: “Sempre nel cuore”. Prende il via la Coppa per l’Under 20

Gli obiettivi di coach Mimmo Sabatelli: "Verificare il percorso di crescita. La nostra identità? Difesa forte e transizione".

Un’altra pagina bianca da scrivere sino in fondo nel modo migliore. La Molisana Magnolia Campobasso si proietta sul PalaZauli di Battipaglia dove, da mercoledì 23, prenderà il via la Coppa Italiana riservata all’under 20 femminile con al via dieci formazioni suddivise in tre gironi nella prima fase. Dalla loro, le rossoblù saranno nel gruppo tre – l’unica poule a quattro squadre – con il Castelnuovo Scrivia, la Stella Azzurra Roma ed il Salerno, quintetti che saranno affrontati nell’ordine (il 23 alle 20.30, il 24 alle 16.30 ed il 25 alle 14.30) dalle junior rossoblù.

ROSTER AMPLIATO Ai nove elementi dell’under 20 campobassana impegnata nel torneo di serie C con l’Abruzzo saranno aggiunte tre prospetti provenienti dalla formazione di serie B campana del Cercola: l’esterna Antoinetta Pragliola, l’ala Candy Njoku Edokpaigbe e la lunga Gaia Di Sarno che si andranno ad aggiungere alla pivot Ashely Egwoh, all’ala-pivot slovena Zala Šrot, alle ali Blanca Quiñonez (l’ecuadoriana) ed Alessandra Falbo e alle esterne Giorgia Amatori, Laura Del Sole, Emanuela Trozzola, Giorgia Moffa ed Ilaria Panichella.

BELLA ESPERIENZA «Per noi – spiega alla vigilia il coach delle giovanissime magnolie Mimmo Sabatelli – sarà una gran bella esperienza, un’occasione di crescita per le ragazze del nostro settore giovanile, che stanno portando avanti un percorso particolarmente dettagliato. Troveremo di fronte delle squadre di assoluto valore e siamo curiosi di vedere che cosa queste ragazze riusciranno a fare a questi livelli, forti tra l’altro di un entusiasmo unico».

STREAMING DI SUPPORTO Per i supporter rossoblù ci sarà l’opportunità di seguire live le proprie beniamine impegnate in Campania. Tutte le gare della competizione, infatti, saranno trasmesse in chiaro ed in live streaming sul portale Lbftv.it, la piattaforma video della Lega Basket Femminile, sul cui sito istituzionale sarà possibile visualizzare le statistiche in real time delle singole gare. L’ingresso al PalaZauli per assistere dal vivo ai confronti sarà, invece, contingentato in ossequio alle normative di contenimento della pandemia da Covid-19.

UNDER 18 IN VISTA Intanto, al di là del gruppo under 20, sul versante del vivaio rossoblù a far parlare di sé è anche l’under 18 targata Cestistica Campobasso che, dopo il successo di domenica a Roseto degli Abruzzi (62-42 con quattro elementi in doppia cifra), è sempre più vicina – in virtù di un percorso netto all’insegna esclusivamente di referti rosa – al titolo interregionale abruzzese-molisano di categoria.

I SALUTI 81 caps, ossia la più presente in casa La Molisana Magnolia Campobasso nel novero della giovane storia del club rossoblù e capace di scrivere un capitolo importante nel libro dei #fioridacciaio. Per la stagione 2021/22, però, seguiranno itinerari differenti le strade di Emilia Bove e del team del capoluogo di regione. La numero 17 casertana farà parte del roster del team di serie A2 del San Giovanni Valdarno, ma – nei cuori e nelle considerazioni dei sostenitori campobassani – le qualità e la verve dell’ala-pivot campana saranno sempre presenti.

Emilia Bove ai saluti Magnolia

CIFRE IMPORTANTI «Le ottantuno presenze con la maglia rossoblù sono un dettaglio che sarà sempre con me. È un aspetto di rilievo ed una sensazione bella in quello che è stato il mio percorso di giocatrice», spiega quella che per tutti, nell’ambiente rossoblù, è solo e semplicemente Emy.

TIFOSI UNICI Tra gli idoli assoluti della tifoseria rossoblù, Bove – senza mezzi termini – si dichiara pronta a portarsi dietro «tutte le belle situazioni vissute in Molise ed i tanti attestati di stima che mi hanno fatto e continuano a farmi compagnia anche in queste ore».

NEL CUORE E, lanciando un messaggio a tutto l’ambiente campobassano, chiosa: «Mi porterò sempre dentro ricordi intensi della mia avventura campobassana e spero di ritrovare, un giorno, quest’ambiente nel mio percorso, anche non più da giocatrice. Il contesto rossoblù è un esempio assoluto di cuore. Mi hanno sempre fatto sentire una di loro e, proprio per questo, saranno in ogni momento al centro delle mie emozioni».