Quantcast

Lupi, gli umori della piazza a 4 punti dalla serie C: “Non ci fermerà il pareggio di ieri”

I tifosi restano molto ottimisti nonostante il deludente pareggio contro l’ultima in classifica. Domenica a Rieti potrebbe non bastare vincere se il Notaresco sbanca Recanati. Un pizzico di delusione c’è ma Campobasso spinge in una sola direzione: il salto di categoria non può sfuggire.

L’amaro in bocca resta. Ma più per aver lasciato due punti per strada contro una squadra già retrocessa che per la mancata promozione. Anche perché pur battendo il Porto Sant’Elpidio i punti di vantaggio sul Notaresco sarebbero rimasti otto a tre giornate dalla fine. Il Campobasso stecca in casa ma mantiene sei lunghezze sulla seconda in classifica (68 a 62). La matematica non è un’opinione: mancano ancora 4 punti per festeggiare il salto di categoria.

Campobasso-Porto S.Elpidio: festa rimandata

Domenica prossima i Lupi saranno attesi dalla trasferta di Rieti: inutile dire che servirà un successo per spazzare via le paure e provare anche a mettere le mani sulla C nel caso in cui il Notaresco non dovesse battere la Recanatese in esterna. Ma ormai bisogna pensare solo a se stessi, per evitare i cali di tensione visti a Selvapiana, magari dovuti alla pressione e all’inconscia sottovalutazione degli avversari.

Gli scenari per la promozione. Se le prime due in classifica dovessero entrambe conquistare i tre punti il 13 giugno, tutto slitterebbe ancora di tre giorni (con sei punti di vantaggio si rischierebbe ancora lo spareggio a pari punti, ndr). Sì, perché mercoledì 16 giugno si giocherà un turno infrasettimanale. I rossoblù ospiteranno il Fiuggi mentre il Notaresco se la vedrà col Giulianova. Qui non servono tanti calcoli: se il Lupo vince va in serie C, essendo ormai irraggiungibile. E festeggerebbe anche solo con un pareggio perché manterrebbe in ogni caso almeno 4 punti sulla seconda a una giornata dalla fine.

È chiaro che le cose andrebbero più alla lunga se il Campobasso non dovesse centrare il successo a Rieti e il Notaresco vincesse a Recanati. Il vantaggio si assottiglierebbe a 4 punti già domenica e sarebbe fondamentale poi battere il Fiuggi per mettere le mani sulla promozione il 16 giugno. Insomma, il destino è nelle mani dei rossoblù. Ci sono diversi altri scenari, ma tutti vorrebbero evitare di giocarsi il tutto per tutto all’ultima giornata a Pineto.

Cane rossoblù Candellori

Sensazioni avvertite anche dai tanti tifosi che sono accorsi a Selvapiana, sia dentro che fuori dallo stadio. Tra i più regna l’ottimismo, e sarebbe strano il contrario con 6 punti sulla seconda a 3 gare dal termine. Ma un brivido lungo la schiena l’hanno provato un po’ tutti, con quella palla che proprio non voleva sapere di entrare ancora una volta in porta.

“Ci aspettavamo una vittoria rotonda per stare più tranquilli e rendere omaggio a questa bella cornice di pubblico” dice Rosa, tifosa storica rossoblù. Mauro rimane sereno, pronosticando la promozione in serie C a breve: “Non sarà questo pareggio a fermare la corsa del Campobasso, oserei dire che c’è stato un rinvio per nebbia. Forza Lupi fino alla fine”.