Quantcast

La “Ludoteca taxi clown” porterà una speranza a chi soffre, il camper scortato dalla Polizia

Nel piazzale antistante la Questura di Campobasso, questa mattina, il capo della polizia per la provincia di Campobasso, Giancarlo Conticchio – insieme al presidente nazionale dell’ associazione “Clownterapia Paciock Onlus” Fulvio Fusco – ha presentato l’iniziativa “Ludoteca taxi clown” che fa capo alla stessa associazione e che da poco ha ottenuto il patrocinio della polizia di stato.

clownterapia polizia di stato

Un momento di grande sinergia capace di esprimere appieno la vicinanza tra enti ed associazioni ad azioni di umana solidarietà nei confronti dei più fragili.

Perchè la “Clownterapia Paciock onlus” porta un sorriso ma soprattutto una speranza rispetto ad improvvisi tragitti dolorosi che entrano a far parte della vita dei giovani e dei meno giovani.

L’iniziativa di questa mattina è a carattere itinerante e aderisce anche l’Avis Protezione Civile di Campobasso. Il camper dell’associazione attraverserà diverse città italiane con lo scopo di rendere – grazie all’impegno del taxi clown utilizzato – meno lungo e faticoso il tragitto dei pazienti pediatrici e delle persone anziane dalle loro abitazioni ai reparti ospedalieri, le case di riposo o ad altre strutture quali asili per l’infanzia, asili senili e case famiglia.

Il camper è dotato di tutti i comfort per la clownterapia e può essere utilizzato anche in caso di calamità naturali dove si ha necessità di provvedere alle esigenze di bambini ed anziani rimasti coinvolti.

Il personale dell’associazione impiegato a bordo del camper è periodicamente sottoposto ai controlli sanitari previsti dall’attuale normativa anti covid è munito dei dispositivi di protezione necessaria.

Il patrocinio della Polizia di Stato è stato concesso all’iniziativa per l’alto rilievo sociale che la stessa riveste, come forma di riconoscimento del valore benefico delle attività che i volontari dell’associazione svolgono, a titolo gratuito, a favore di soggetti in condizioni di fragilità. Particolarmente entusiasta il dottore Fulvio Fusco che questa mattina in apertura di conferenza stampa ha innanzitutto voluto ringraziare il questore Conticchio per la sensibilità da subito manifestata rispetto all’iniziativa. E poi un lungo elenco di altri nomi particolarmente vicini all’azione dell’associazione  (come La Molisana e la Magnolia) che è in grado di portare un sorriso laddove un sorriso purtroppo spesso si spegne nel dolore.