Quantcast

Il Diavolo dei Misteri nella nuova campagna pubblicitaria per invogliare a differenziare i rifiuti

Via alla campagna di sensibilizzazione “La differenziata non è un mistero” lanciata da Sea, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, ideata e realizzata dalla società di consulenza ambientale Ewap.

Il Diavolo dei Misteri diventa il volto della nuova campagna pubblicitaria per implementare la raccolta differenziata a Campobasso. Qualcuno probabilmente avrà già notato i grossi manifesti apparsi sulle strade e alle fermate degli autobus: rientrano nella campagna di sensibilizzazione “La differenziata non è un mistero” lanciata da Sea, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, ideata e realizzata dalla società di consulenza ambientale Ewap.

“In mancanza, per il secondo anno consecutivo, della sfilata allegorica dei Misteri, questa tradizione è stata scelta come linea comunicativa per rinsaldare il legame fra azienda e territorio e rinnovare nei cittadini il senso di appartenenza”, spiegano i promotori dell’iniziativa. “Non solo un gioco di parole, tuttavia: anche se pensiamo ormai di conoscerla a fondo, la raccolta differenziata ha davvero ancora tanti aspetti misteriosi o poco noti, e l’obiettivo di questa campagna è chiarirli, in modo allegro, con un tema e un soggetto della tradizione molto sentita in città.

Nel primo messaggio della campagna di sensibilizzazione e mantenimento si accosta una delle figure più emblematiche dei Misteri, il Diavolo, al sacco nero, dove spesso finiscono tuttii rifiuti senza alcuna separazione dei materiali. Sacco nero che finirà in discarica, inquinando l’ambiente, aumentando i costi di smaltimento e compromettendo la qualità della raccolta visto che non permette ai rifiuti di essere avviati a un nuovo ciclo di vita”.

La campagna, fortemente calata sul territorio, sarà ampliata nelle prossime settimane e nei prossimi mesi con nuovi temi e nuovi protagonisti, sempre legati al tema dei Misteri, sempre con ironia e garbo.

(foto Paolo Cardone)