Quantcast

Il Castello svevo si toglie la maschera e torna a splendere: ultimi ritocchi ma il colpo d’occhio è già diverso

In attesa dell’apertura dell’annunciato Museo del mare all’interno delle stanze, il monumento simbolo di Termoli è stato liberato dall’impalcatura che l’ha caratterizzato per otto mesi

I lavori non sono ancora ultimati, gli ultimi ritocchi sono ancora in atto. Ma il colpo d’occhio fornito da qualche giorno è già diverso: il Castello svevo è finalmente libero dall’impalcatura che ne aveva caratterizzato la parte superiore per quasi un anno.

Nell’ottobre 2020 era stata sistemata l’impalcatura ma si era dovuto attendere febbraio di quest’anno per l’avvio dei lavori affidati per 400mila euro alla ditta Bio Costruzioni di Colletorto. Lavori finanziati con fondi europei che rientrano nella strategia di sviluppo Urbano ‘Azione 5.2.1’ e consistiti nella ripulitura delle angolature, rifacimento della pavimentazione e l’impermeabilizzazione dei due terrazzi oltre a interventi conservativi sull’orologio.

Castello svevo ripulito

Dopo circa 8 mesi l’impalcatura è stata rimossa e il Castello appare più pulito, anche leggermente schiarito nei colori. Gli operai stanno ancora lavorando in questi giorni ed è probabile che a breve il cantiere verrà chiuso ridando a termolesi e turisti la possibilità di ammirarlo in tutto il suo splendore.

Castello svevo ripulito

L’Amministrazione comunale aveva inoltre annunciato nelle scorse settimane la prossima realizzazione di un Museo del mare nelle stanze del Castello svevo con possibilità di implementazione di un ecomuseo. Ulteriori novità sono quindi attese a breve.