Quantcast

E’ ufficiale, decisa la data di inizio dei saldi: si parte sabato 3 luglio

Sarà possibile trovare la merce scontata nei negozi fino al prossimo 31 agosto. Questa mattina l'annuncio dell'Asec Confesercenti di Campobasso: "Le date sono state decise con largo anticipo in modo da agevolare i commercianti locali a organizzarsi al meglio"

Sarà una bella notizia per gli amanti dello shopping che puntano a ‘rimpinguare’ o a dare una rinfrescata al proprio guardaroba estivo prima di partire per le vacanze acquistando un costume nuovo o un vestito per un’occasione speciale: sabato 3 luglio inizieranno i saldi, in anticipo rispetto allo scorso anno, quando in tutta Italia la caccia all’affare è scattata dal 1 agosto. Ma in quel caso i negozi dovevano fare i conti con i tre mesi di lockdown e dovevano riorganizzare la merce da vendere.

Quest’anno è andata diversamente: da lunedì scorso, 21 giugno, l’Italia è tutta zona bianca, ad eccezione della Valle d’Aosta. Il Molise è nella fascia di minor rischio da prima, dal 31 maggio.

“Dopo le chiusure a causa delle zone rosse per la pandemia, è giunto il momento di tirare fuori la carta di credito e consolarsi con un po’ di sano shopping. Si avvicinano i saldi estivi 2021: occasione per tanti italiani di fare acquisti a prezzi scontati con l’arrivo della bella stagione”, l’annuncio di Asec Confesercenti Campobasso. L’associazione degli esercenti ha comunicato la data dei saldi estivi in Molise: “Avranno inizio il giorno sabato 3 luglio”.

La ‘corsa’ all’affare durerà un paio di mesi: “La durata massima del periodo dei saldi è di sessanta giorni, pertanto termineranno il giorno martedì 31 agosto”.

Da Confesercenti spiegano infine che “le date sono state decise con largo anticipo in modo da agevolare i commercianti locali a organizzarsi al meglio in previsione dei vantaggiosi sconti da effettuare sulla merce in vendita”. I saldi, del resto, sono l’occasione per smaltire un po’ di merce invenduta e rimasta in magazzino, fornendo una boccata d’ossigeno ad un settore che ha sofferto molto durante i mesi invernali non solo per le chiusure imposte per evitare i rischi di un contagio. La concorrenza del commercio on line è sempre più forte e incide pesantemente sulle vendite dei negozi tradizionali.