Quantcast

Chiusura anticipata per bar e locali di Frosolone per “motivi di salute e ordine pubblico”

Le attività che somministrano bevande e alimenti dovranno chiudere entro mezzanotte dal lunedì al venerdì. Piccola deroga sabato e domenica: le serrande dovranno essere abbassate entro l'una di notte. A prevederlo un'ordinanza del sindaco Ianiro

Nelle regioni in zona bianca il coprifuoco è stato abolito. Tuttavia, ci sono Comuni in cui alcune restrizioni sono state confermate da specifiche ordinanze sindacali. E’ il caso di Frosolone, centro della provincia di Isernia, dopo i bar e tutti i locali che somministrano alimenti e bevande dovranno abbassare prima le serrande. Nello specifico, il provvedimento firmato ieri dal primo cittadino, l’avvocato Felice Ianiro, impone la chiusura di tali locali a mezzanotte dal lunedì al venerdì. Piccola concessione il sabato e la domenica: chiusura posticipata all’una di notte. 

Tutto legittimo ovviamente, la legge consente ai sindaci di adottare provvedimenti più restrittivi rispetto a quelli previsti dalla normativa nazionale.

A Frosolone la decisione di Ianiro è volta a garantire l’ordine pubblico e a tutelare la salute dei cittadini. Il riferimento non è soltanto ad un possibile contagio favorito dagli assembramenti che in alcuni casi si creano all’esterno dei locali ma anche al disturbo della quiete pubblica. Insomma, la chiusura anticipata dei locali consentirà ai residenti che vivono in prossimità degli stessi di poter riposare tranquillamente la notte.

Nell’ordinanza, che sarà in vigore fino al 30 giugno, sono esplicitati proprio tali aspetti, ossia l’obiettivo di “contenere fenomeni di inquinamento acustico lesivi della salute nonché per garantire la tutela dell’ordine e/o della sicurezza pubblica e al fine di coordinare gli orari delle attività economiche in rapporto alle esigenze della comunità territoriale e nel rispetto dei diritti costituzionalmente garantiti della collettività.

Quindi, “dal lunedì al venerdì l’orario massimo di apertura e di chiusura dei pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande sul territorio comunale, nei quali la somministrazione costituisce attività prevalente e non vengono effettuati trattamenti secondari è compreso tra le ore 6 e le ore 24 del medesimo giorno. Nei giorni del sabato e della domenica, altresì, l’orario massimo di apertura e chiusura è compreso tra le ore 6 e l’una del giorno successivo”.

(foto pagina Facebook comune Frosolone)