Quantcast

Arriva la notte e si scatena la furia: due risse e un’aggressione in poche ore, cresce l’allarme violenza

Una ragazza picchiata dal compagno ha avuto bisogno del 118, ma carabinieri e polizia sono dovuti intervenire per altre liti e risse fra Corso e piazzetta a conferma del clima di grande aggressività post restrizioni

Notte aggressiva e rabbiosa quella appena trascorsa a Termoli. Tre diversi episodi di violenza con risse e aggressioni si sono verificati nei pressi di alcuni dei locali più frequentati del centro termolese, a distanza di poco tempo l’uno dall’altro quando era già passata la mezzanotte.

Il primo è accaduto attorno all’1 ai piedi del Corso, laddove la concentrazione di bar e pub che richiamano tantissimi giovani aveva favorito un grande affollamento di persone. Per motivi ancora sconosciuti ma probabilmente legati probabilmente all’abuso di alcol o sostanze, una persona di mezza età ha cominciato ad andare in escandescenze, inveendo contro le altre persone, fino da urlare insulti ed epiteti rivolti proprio ai termolesi. Secondo una testimone avrebbe anche spruzzato dello spray urticante all’interno del locale scatenando un putiferio e venendo circondato da diversi dei presenti sul Corso.

Nonostante il tentativo del gestore di uno dei locali di quella zona di riportare la calma, un giovane ha risposto alla provocazione dell’uomo spintonandolo a terra e facendogli sbattere la testa. Per fortuna però l’uomo si è rimesso sulle proprie gambe ed è stato allontanato anche perché in quei momenti concitati avrebbe seriamente rischiato il linciaggio, secondo quanto riferito da chi era presente e ha assistito alla scena.

In quegli stessi momenti una rissa si è verificata nella zona della cosiddetta piazzetta (via Marconi-Piazza Insorti d’Ungheria), con protagonisti alcuni giovani del posto che sarebbero venuti alle mani per futili motivi. Per fortuna la lite sarebbe stata ricomposta in poco tempo, anche a causa della presenza in zona di pattuglie dei carabinieri e della polizia che erano intervenuti proprio per i momenti di grande tensione avvenuti su Corso Nazionale.

Ma la notte di  tensione vissuta a Termoli non è finita lì. Attorno alle 3 infatti è stata segnalata un’aggressione ancora nella stessa zona ai piedi di Corso Nazionale, poco lontano da via Roma. In questo caso secondo alcuni testimoni un uomo avrebbe aggredito fisicamente la propria compagna, una giovane di circa 25 anni, picchiandola e scaraventandola a terra.

La donna ha avuto bisogno dei soccorsi arrivati con un’ambulanza del 118 mentre carabinieri e polizia hanno dovuto operare per accertare quanto accaduto ed ascoltare alcuni testimoni per chiarire le eventuali responsabilità dell’aggressore.

Per fortuna la giovane non ha riportato conseguenze gravi dal punto di vista fisico: quando è stata sottoposta alle prime cure dal 118 appariva cosciente.

Purtroppo gli episodi di ieri notte confermano un clima di estrema aggressività che sta emergendo un po’ in tutta Italia dopo il lungo periodo di restrizioni legato alla pandemia da covid-19. Risse, pestaggi e aggressioni anche di poco conto sono all’ordine del giorno non solo a Termoli, ma anche in altri paesi del basso Molise, come già scritto su Primonumero, nonché nella zona del Vastese dove c’è un allarme sociale molto alto in questi giorni in seguito a numerose liti e aggressioni anche con armi da taglio. E proprio a Termoli pochi giorni fa c’era stato un episodio simile, con tanto di sequestro di coltelli a due minorenni da parte delle forze dell’ordine sul lungomare Cristoforo Colombo.

 

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.