Quantcast

22 giugno – 1 dimesso e 2 positivi, Termoli libera dal virus. Da lunedì all’aperto niente mascherine

La stagione estiva inizia con un'ottima notizia per la città adriatica: è guarito anche l'ultimo termolese che aveva contratto l'infezione. Le notizie del bollettino sono confortanti: ci sono solo 2 nuovi positivi e una persona ha lasciato l'ospedale del capoluogo. Intanto il Comitato tecnico scientifico ha deciso: dal 28 giugno non dovremmo indossare più le mascherine all'aperto.

TERMOLI DIVENTA COVID FREE ALL’INIZIO DELLA STAGIONE ESTIVA

La prima buona notizia del bollettino di oggi – 22 giugno – riguarda Termoli: si è negativizzato anche l’ultimo paziente della cittadina adriatica che aveva contratto il virus. La sua guarigione è riportata dall’Azienda sanitaria regionale questo pomeriggio. Una bella notizia in avvio della stagione estiva. Assieme al cittadino termolese, hanno superato il virus anche due campobassani e una persona di Palata. In totale sono quattro le guarigioni.

OGGI SOLO 2 POSITIVI. ALTRO DEGENTE LASCIA L’OSPEDALE

Ci sono solo due diagnosi di positività in più al coronavirus su 497 tamponi processati nelle ultime 24 ore: solo 2 in più rilevati, entrambi nella provincia pentra e più precisamente a Isernia e Civitanova del Sannio. Un altro segnale che conferma il trend confortante dal punto di vista dei nuovi contagi: il tasso di positività è allo 0,4%. Mentre gli attuali positivi sono 84. Inoltre, anche all’ospedale Cardarelli c’è un degente in meno che ha lasciato il reparto di Malattie Infettive. Attualmente sono 6 i posti letto occupati in questo reparto.

Ieri in Molise erano stati registrati un caso in più su 356 tamponi analizzati, zero guariti e un ricovero in più al Cardarelli.

DAL 28 GIUGNO VIA L’OBBLIGO DI MASCHERINE IN ZONA BIANCA

Il ministro della Salute Roberto Speranza lo ha annunciato con un post su Facebook: “Dal 28 giugno superiamo l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto in zona bianca, ma sempre nel rispetto delle indicazioni precauzionali stabilite dal Cts”. Il riferimento è alla decisione del Comitato tecnico scientifico che si è pronunciato sull’obbligo di indossare il dispositivo di protezione.  “Il Cts – scrive in una nota – ritiene che nell’attuale scenario epidemiologico a partire dal 28 giugno con tutte le regioni in zona bianca ci siano le condizioni per superare l’obbligatorietà dell’uso delle mascherine all’aperto salvo i contesti in cui si creino le condizioni per un assembramento (es: mercati, fiere, code)”. Ma questo non vuol dire che potremmo ‘dimenticarci’ per sempre l’uso del dispositivo: la mascherina si dovrà comunque indossare nei luoghi chiusi, sui mezzi di trasporto pubblico e in contesti in cui si creano assembramenti.

I DATI NAZIONALI

Intanto in Italia si registra il tasso di positività più basso di sempre (0,4%) con 835 nuove diagnosi di positività a fronte di 192.882 tamponi. I decessi sono stati 31 nelle ultime 24 ore per un totale di 127.322 vittime causate dall’epidemia. Calano i ricoveri con 23 persone in meno nelle Terapie Intensive e 101 posti letto in meno occupati nei reparti ordinari.