Quantcast

20 giugno – 0 contagi: l’ultima volta 17 giorni fa. Nuova indagine nazionale per scovare varianti

0 contagi, l'ultima volta era successo il 3 giugno. Oggi i guariti sono 7 e gli attualmente positivi scendono a 84. Intanto il Ministero della Salute annuncia una nuova indagine per appurare prevalenza delle varie varianti. E il Governo presto deciderà se togliere (a luglio forse) l'obbligo di indossare mascherine all'aperto

Anche oggi in Molise nessun decesso (come ormai dal 28 maggio) e nessun ricovero, con i posti letto in Malattie Infettive che restano fermi a 6.

Crollate oggi le somministrazioni di vaccino: da ieri sono state meno di 400.

0 CONTAGI SU 172 TAMPONI

Il ‘caso’ Campobasso sembra essersi sgonfiato ma oggi è una giornata da ricordare anche perchè, a fronte di 172 tamponi (una quarantina si riferiscono al solo cluster dell’ipermercato del capoluogo), non è emerso alcun caso di positività (in prima battuta si era parlato di 12 contagi ma l’Asrem ha inviato poi un bollettino corretto, ndr). L’ultima volta che era successo era il 3 giugno, 17 giorni fa. L’intera settimana – che oggi si conclude – ha fatto registrare 46 contagi, di cui 12 solo ieri.

Si sgonfia il focolaio del supermercato. Tutti negativi i tamponi sui dipendenti

 

7 GUARITI, ATTUALMENTE POSITIVI A QUOTA 84

Oggi si rilevano 7 guariti (ieri invece 3): 2 a Campobasso e Ripalimosani, 1 rispettivamente a Matrice, Petrella, Venafro. Gli attualmente positivi scendono dunque a 84.

bollettino 20 giugno

INDAGINE DEL MINISTERO PER CAPIRE DIFFUSIONI DI VARIANTI IN ITALIA

Il Ministero della Salute annuncia una nuova indagine per capire quanto siano diffuse le varianti del coronavirus in Italia. Il dicastero guidato da Speranza ha infatti pubblicato una circolare in cui annuncia che il prossimo 22 giugno ci sarà una nuova indagine rapida con l’obiettivo di stimare la diffusione delle varianti. L’indagine consisterà nel sequenziare un certo numero di tamponi positivi per stabilire appunto se il virus è riconducibile a una delle varianti individuate finora e dunque per capire qual è la loro prevalenza nel nostro territorio.

Nell’ultima indagine rapida, realizzata coi tamponi analizzati il 18 maggio scorso, la prevalenza della variante alfa – ovvero l’ex variante inglese – era del 88,1% mentre la variante delta (quella ‘indiana’), che nell’ultima settimana ha causato un rapido aumento dei casi in Regno Unito, era stimata intorno all’1%. La presenza della variante delta potrebbe però essere molto più elevata e negli ultimi giorni sono emersi in molte regioni dei casi associati a questa variante del virus. Ma solo con questa indagine si potranno avere conferme e numeri più certi. In totale saranno sequenziati 777 tamponi distribuiti tra tutte le regioni e queste dovranno inviare i risultati dei sequenziamenti entro il primo luglio.

IL GOVERNO VALUTA STOP ALL’OBBLIGO DI MASCHERINE ALL’APERTO

Il Governo italiano valuterà presto se abolire l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto. Proprio per questo ha chiesto al Comitato tecnico scientifico di riunirsi per discuterne: la riunione ci sarà all’inizio della prossima settimana ma già si profilano delle ipotesi. Lo stop all’uso del dispositivo di protezione per eccellenza nei luoghi all’aperto potrebbe scattare il 1 o il 5 luglio, ma attualmente si parla di ipotesi. Ipotesi che in molti Paesi europei è già (o presto sarà) realtà.

I DATI NAZIONALI DI OGGI

Oggi in Italia si sono registrati 881 nuovi casi di Sars-Cov-2, per un tasso di positività dello 0.6% e sostanzialmente stabile (e molto basso) rispetto ai giorni scorsi. E i decessi sono scesi ancora: oggi 17 (ieri 28). Sono, quelli di oggi, i dati più bassi dall’inizio del 2021.

È attivo il canale Telegram di Primonumero.it. Unisciti al nostro Canale per essere sempre aggiornato sulle news.