Quantcast

15 giugno – 1 solo positivo ma +1 ricovero. Mix vaccini, via libera da Aifa

Il bollettino di oggi registra una persona trasferita in ospedale per un aggravamento delle condizioni, che fa salire a 9 il numero dei pazienti attualmente trattati in sub intensiva. Un unico caso di positività su 393 tamponi, mentre i guariti sono 7 e il numero degli attuali positivi scende a 78 in regione.

E’ residente a Bojano la persona ricoverata oggi al Cardarelli di Campobasso per un aggravamento delle condizioni di salute a causa del Covid. Il nuovo ricovero interrompe la tregua di svariati giorni caratterizzata da assenza di ospedalizzazioni in Molise. L’ultimo ricovero prima di quello odierno risale allo scorso 9 giugno.

Un solo caso di positività, ascrivibile a una persona di Isernia, su un totale di 393 tamponi refertati, pari a un tasso dello 0,25. Non ci sono – ed è una buona notizia – positivi a Campobasso, città che ieri aveva fatto schizzare i valori a causa dei 7 nuovi casi di infezione da coronavirus riscontrati in un solo giorno.

I guariti sono 7, e il numero delle persone che attualmente sono in quarantena in attesa di tampone negativo è pari a 69. Altre 9 si trovano in ospedale, in malattie Infettive.

Bollettino 15 giugno 2021

AIFA AUTORIZZA MIX VACCINI

Intanto è notizia di oggi il parere positivo – anche se scontato – dell’Aifa al mix di vaccino per il completamento del ciclo di quanti hanno già fatto la prima dose di Astrazeneca. Oggi il ministero della Salute con una circolare del direttore Prevenzione Gianni Rezza ha trasmesso la determina dell’Agenzia Italia del Farmaco che autorizza l’utilizzo di un vaccino a Rna messaggero (Pfizer o Moderna) come richiamo per quanti hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca. L’Aifa, si legge, ha espresso “parere favorevole all’inserimento nell’elenco di Comirnaty (il vaccino Pfizer) e Vaccino Covid-19 Moderna come seconda dose per completare un ciclo vaccinale misto, nei soggetti di età inferiore ai 60 anni che abbiano già effettuato una prima dose di vaccino Vaxzevria”. Per il Cts le seconda dose può essere somministrata in un arco di tempo tra le 8 e le 12 settimane.