Quantcast

Ristoranti aperti al chiuso: sigilli a due locali di Campomarino, multati anche i clienti

Cinque giorni di chiusura dell'attivitù e multe da 400 euro sia ai gestori che agli avventori presenti. Ulteriori controlli dei carabinieri nei supermercati e nelle farmacie

Due ristoranti di Campomarino sono stati trovati a servire dei clienti al chiuso, nonostante i divieti anti-covid tuttora esistenti. L’accertamento è stato compiuto nello scorso fine settimana dal personale Nas dei Carabinieri di Campobasso che hanno disposto la chiusura per 5 giorni di entrambi i locali con sanzioni sia nei confronti dei titolari delle attività che dei clienti presenti.

I due ristoranti, uno dei quali aveva una numerosa clientela al momento dell’arrivo dei Carabinieri, hanno palesemente violato il decreto anti covid-19 che al momento dispone il divieto di fare ristorazione al chiuso, dando l’opportunità di svolgere l’attività soltanto all’aperto.

Quando i militari si sono presentati nei due ristoranti, i titolari non hanno potuto fare altro che ammettere le proprie responsabilità. In questo caso la sanzione riguarda tanto i gestori che i clienti, i quali dovrebbero essere ben consapevoli di cosa si rischia anche semplicemente stando al ristorante al chiuso. Le multe ammontano a 400 euro ciascuna, riducibili a 280 euro se pagate entro cinque giorni.

Verifiche di questo tipo andranno avanti anche nel prossimo fine settimana sia sulla costa che sul resto del territorio regionale e almeno finché saranno in vigore queste regole relative al settore della ristorazione.

Ma i controlli del Nas hanno riguardato negli ultimi giorni anche attività di diverso tipo, quali supermercati e farmacie. In particolare i militari si sono concentrati sulle operazioni di sanificazione per abbattere il rischio che tracce di coronavirus Sars-Cov-2 rimangano all’interno dei locali.

Al momento non sono emerse irregolarità in Molise a differenza di altre regioni. Tuttavia il Nas intende mantenere alta la guardia anche sulle altre regole a partire da gli orari da rispettare, nonché sulle norme di distanziamento e uso delle mascherine e dei gel disinfettanti all’interno dei locali pubblici.