Quantcast

Nasce “Il cammino della pace”, Guglionesi e Campomarino tra gli itinerari culturali europei

Questa mattina a Orsogna è nato il consorzio “Il cammino della pace”. Hanno aderito 18 Comuni tra cui anche quelli di Guglionesi e Campomarino.

Dalla “Porta Santa” della Basilica di Collemaggio all’Aquila, donne  e uomini di diverse culture e religioni che attraversano tre regioni, l’Abruzzo, il Molise, fino alla Puglia.

Attraverseranno in un lungo peregrinare le tre regioni e i quattro parchi nazionali, attraversando i percorsi dei tratturo fino a Monte Sant’Angelo, sul promontorio del Gargano, dove si incontrano l’arte e la fede.

Questo è in sostanza  il “Cammino della Pace” che si è costituito oggi in un Consorzio al quale ha partecipato anche il Molise con i sindaci di Guglionesi e Campomarino, Un primo nucleo al quale si uniranno successivamente le altre città che hanno già dato la loro adesione, insieme ad Amministrazioni di Albania e Macedonia del Nord.

Lungo questo antico percorso si cammina insieme, si spezza il pane e si dorme sotto lo stesso tetto nel nome della pace tra i popoli.  “L’obiettivo degli organizzatori – ha detto il sindaco di Guglionesi, Mario Bellotti – è di inserire questo percorso tra i pochissimi itinerari culturali europei, come lo sono la Via Francigena e il Cammino di Santiago di Compostela”.

Insieme al sindaco di Orsogna, Ernesto Salerni, a fare gli onori di casa, insieme ai rappresentanti delle istituzioni coinvolte, anche il presidente dell’associazione “Il Cammino della Pace”, Domenico Piovesana, che è anche presidente della Fondazione Arbor che promuove e sponsorizza l’intera iniziativa. In videoconferenza invece i responsabili per l’Albania e la Macedonia del Nord, oltre all’ingegner Cestari, responsabile del Gruppo Cestari, con sede a Bruxelles, che supporterà il Consorzio nella ricerca di fondi europei.