Quantcast

Muore dopo una partita di calcetto, il giudice blocca i funerali e valuta l’autopsia

Il sostituto procuratore ha fermato per ora le esequie di Giovanni De Cesare, il 64enne di Campobasso che il tardo pomeriggio di giovedì 6 maggio è stato colpito verosimilmente da un infarto durante una partita di calcetto con gli amici.

Il giudice si è riservato di decidere se chiede o meno l’esecuzione dell’autopsia e probabilmente la riserva sarà sciolta nelle prossime ore in base alle risultanze della perizia effettuata dal medico legale.

64enne muore durante una partita di calcetto con gli amici, shock a Campobasso

Giovanni De Cesare, giovedì pomeriggio si era ritrovato con gli amici al palacalcetto di Domenico Progna per la solita partitella quando ha avvertito un malore. Subito sono stati chiamati i soccorsi ma i sanitari del 118, che lo hanno immediatamente immobilizzato per trasferirlo in ospedale, hanno accertato il decesso durante la corsa in ospedale. Il suo cuore ha smesso di battere, improvvisamente e  – sembra – senza alcuna avvisaglia.

Tutto da definire e verificare dunque. Certo è che Campobasso piange oggi un amico a cui tutti volevano bene. Era stato uno dei primi in regione ad esportare la prelibatezza del tartufo molisano fuori dai confini regionali. Poi, invece, si era affermato nell’azienda Forst diventandone ispettore per il Molise e per la Campania.

Sempre con la battuta a portata di mano, sorridente e gioviale, Giovanni amava anche lo sport. Tant’è che spesso amava incontrarsi con i compagni di sempre per tirare due calci al pallone. Giovedì sera lo ha fatto per l’ultima volta, lasciando una famiglia e una città costernata dal dolore.