Quantcast

Mille ragazzi impiegati nel Servizio civile digitale: c’è il bando

I giovani volontari potranno fornire supporto e formazione sulle nuove tecnologie. Il presidente dell'Anci Molise Sciulli informa i sindaci molisani

Mille ragazzi potranno essere impiegati nel Servizio civile digitale: lo rende noto il presidente dell’Anci Molise Pompilio Sciulli in una lettera inviata ai sindaci.

È stato infatti diffuso il relativo avviso e fino alle ore 14 del prossimo 29 luglio gli Enti avranno possibilità di presentare l’apposita istanza.

“Lo scopo del progetto – spiega Sciulli – anche alla luce dell’inclusione in forma sperimentale nel PNRR (Piano nazionale di ripresa e resilienza, ndr) del Servizio, è accrescere le competenze digitali della popolazione nonché favorire l’uso dei servizi pubblici online. In questo ambito riceveranno apposita formazione circa
mille volontari, destinati a operare nel ruolo di facilitatori digitali.

Ciascun Ente può presentare un solo programma d’intervento specifico, anche in coprogrammazione. I progetti possono sviluppare una o entrambe le tipologie di servizi illustrate nel Programma quadro: la prima attiene alla realizzazione o potenziamento del servizio operativo di “facilitazione digitale” presso l’Ente; la seconda invece riguarda l’educazione all’uso di strumenti digitali, non per forza riferiti a servizi erogati direttamente dall’Ente. La valutazione di ciascun programma d’intervento e dei progetti afferenti sarà effettuata dal Dipartimento, che conferirà punteggi complessivi ai singoli programmi in base ai quali saranno redatte le graduatorie provvisorie”.

L’approvazione delle graduatorie definitive avverrà quindi nell’arco dei successivi 20 giorni.

Il Programma rientra nell’ambito della Strategia Italia Digitale 2026 e del Servizio Civile Universale, secondo quanto delineato dai ministri per le Politiche Giovanili
e dell’innovazione tecnologica.