Quantcast

La Croce Rossa sale in cattedra: “Attenti all’uso patologico di internet e social, dannosi come le droghe”

croce rossa e droga

Questa mattina sono stati consegnati gli attestati di partecipazione ai 151 studenti delle quarti classi dell’Isis “Majorana-Fascitelli” che hanno partecipato alle lezioni informative e di sensibilizzazione sulle dipendenze organizzate dal comitato di Isernia della Croce Rossa Italiana. Una cerimonia che si è tenuta presso la sede di Corso Risorgimento dell’istituto superiore isernino, a cui hanno preso parte una delegazione della Cri di Isernia, il dirigente scolastico, Carmelina Di Nezza, e la referente del progetto, la professoressa Claudia Buzzelli.

Il corso, si è tenuto in modalità telematica, ha toccato tematiche di notevole importanza per gli adolescenti. Non solo le dipendenze più note come l’assunzione di droghe e alcol, ma le lezioni hanno avuto l’obiettivo di mettere in guardia gli studenti anche sulle conseguenze legate all’utilizzo patologico di internet e dei social network, nonché su alcune abitudini alimentari errate e dannose per la salute, in particolare durante il periodo dello sviluppo psicofisico. Problematiche di stretta attualità, considerato che a causa delle misure anti-covid le ore trascorse in casa sono aumentate notevolmente, senza la possibilità di relazionarsi in presenza con i coetanei e di svolgere attività sportive e ricreative. Tali limitazioni hanno favorito i comportamenti sbagliati legati all’utilizzo di dispositivi elettronici, quali computer, tv e smartphone, incrementando i casi di depressione e di disagio psicologico nelle nuove generazioni.

Nel corso, sviluppatosi in due giorni, inoltre, sono stati illustrati princìpi, fondamenti e attività svolti della Croce Rossa Italiana.