Quantcast

I 500 anni dalla morte di Da Vinci, tutto pronto per la premiazione delle scuole

Nel 2019, in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, l’Università del Molise tramite il costituito Collegio Leonardesco di Ateneo – Arte Scienza Tecnica in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per il Molise – ha promosso il concorso “Il genio di Leonardo e il senso dell’ereditarietà del suo pensiero” finalizzato ad offrire una nuova lettura dell’artista, evidenziando gli aspetti innovativi del suo lavoro e la sua eredità culturale.

La riflessione sulla sua genialità porta al cuore di questa iniziativa: la completezza del pensiero leonardesco non come somma di diverse competenze, ma come effetto di un legame intrinseco fra arte e tecnica, tra l’esattezza di osservazione del naturalista e la potenza creativa dell’artista, stupefacente frutto di una simbiosi quasi unica fra cultura umanistica e cultura tecnico-scientifica.

Il concorso, rivolto agli studenti delle Scuole Primarie, Secondarie di Primo Grado e Secondo Grado, statali e paritarie, in forma individuale o in gruppo, coordinati da un docente tutor, ha previsto un calendario di appuntamenti con studiosi, specialisti e protagonisti del dibattito culturale per riflettere insieme sull’eredità e l’opera di Leonardo da Vinci nelle declinazioni legate alla storia della scienza, dell’arte, della tecnica e del pensiero del Rinascimento. Gli studenti hanno potuto partecipare producendo una delle seguenti tipologie di elaborato:

Video – Riprese video della realizzazione di un manufatto inedito sulla base di un progetto di Leonardo, della lunghezza massima di tre minuti in mp4. Fotografia – Elaborazione di una gallery composta da un numero massimo di dieci fotografie in formato .jpg o .jpeg. Illustrazione – Disegno a matita o carboncino, strutturabile anche a fumetto. Opera Artistica – Realizzazione di una scultura, dipinto o altra opera artistica.

La premiazione degli elaborati, che può solo ora avvenire per gli effetti della pandemia, si svolgerà martedì 25 maggio, alle 11, nell’Aula Magna di Ateneo alla presenza del Rettore Luca Brunese, e della Dirigente Ufficio Scolastico Provinciale di Campobasso e di Isernia, Maria Luisa Forte.

La manifestazione chiude il ciclo di eventi che l’Università del Molise ha programmato con il coinvolgimento del Centro di Ricerca Interuniversitario ‘Seminario di Storia della Scienza’, con sede presso l’Università di Bari Aldo Moro che ha visto conferenze presso le università associate quali Università della Basilicata con il seminario “Leonardo architetto”, l’Università degli Studi del Salento e il Museo Leonardiano di Galatone con  un workshop,  l’Università degli Studi di Foggia con il seminario “Leonardo e la nuova scienza rinascimentale” oltre i seminari tenuti da docenti dell’Università del Molise su “L’eredità di Leonardo” presso il Liceo classico di Campobasso Mario Pagano.

Partecipe in questo percorso di conoscenza del genio di Leonardo è anche la Sezione Leonardesca del Museo “Mudisa” del Sistema Museale UniMol collocato presso il III Edificio Polifunzionale, sede del Dipartimento Agricoltura, Ambiente e Alimenti . Si tratta di uno spazio museale dedicato alla ricostruzione di alcuni prototipi delle principali macchine progettate da Leonardo da Vinci. Lo spazio è visitabile dalle scuole e dagli interessati su prenotazione (muse@unimol.it)

La giornata sarà trasmessa live sul canale YouTube di Ateneo – È consigliabile iscriversi al canale per seguire l’evento: www.youtube.com/unimolise