Quantcast

Depuratore di Montenero, arriva la svolta contro la puzza: stop a 19 tipi di rifiuti durante l’estate

Dopo il confronto con la sindaca Contucci, l'Arap Servizi viene incontro alle richieste del Comune per abbattere l'olezzo che disturba le vacanze di turisti e residenti

Arriva la svolta per il depuratore di Montenero marina e, si spera, per eliminare almeno d’estate la forte puzza che rovina le giornate e soprattutto le serate di turisti e residenti della Costa Verde.

Dopo il confronto della scorsa settimana infatti, l’Arap Servizi che gestisce l’impianto a servizio di Montenero marina, Vasto Marina e San Salvo, ha fatto sapere che eviterà di trattare 19 diverse tipologie di rifiuti dal 1 giugno al 30 settembre 2021.

Arriva il caldo e tornano gli odori nauseanti alla Costa verde. Sotto accusa il depuratore, ma non si escludono sversamenti illegali

Lo rende noto la sindaca Simona Contucci affermando che “a seguito dell’incontro avuto con i vertici di Arap Abruzzo e Arap Servizi  S.r.l. in merito alle emissioni odorigene provenienti dal depuratore e dai suoi canali esterni alla Marina di Montenero di Bisaccia, è pervenuta la comunicazione dell’Amministratore Unico di Arap Servizi S.r.l., dottor Giuseppe Cellucci, con la quale si annuncia che dal 1 giugno al 30 settembre 2021 non verranno accettate presso l’impianto di depurazione di Contrada da Padula ben 19 tipologie di rifiuti”.

contucci sindaco depuratore

È sostanzialmente quanto il Comune di Montenero chiedeva da tempo, nel tentativo di evitare quell’olezzo che soprattutto d’estate era elemento di grande disturbo per chi frequenta la Costa verde e il porto turistico. Nel prossimo futuro inoltre Arap Servizi potrebbe mettere mano anche ai canali scoperti realizzando una copertura a ulteriore miglioramento della struttura.

“Esprimo la mia gratitudine al Presidente di Arap Abruzzo, Giuseppe Savini, all’Amministratore Unico di Arap Servizi S.r.l. Giuseppe Cellucci, al C.d.A. e ai tecnici della società abruzzese – dichiara la sindaca Simona Contucci – per aver dato seguito in tempi rapidissimi all’impegno assunto la scorsa settimana, finalizzato soprattutto alla riduzione degli odori sgradevoli che da alcuni anni persistono nella nostra zona a mare.

In particolare sarà bloccato il conferimento nei mesi estivi di alcune tipologie di fanghi, reflui e scarti animali presso il depuratore, che potrebbero contribuire ad amplificare le emissioni odorigene.

Seguiremo nel corso dei prossimi mesi l’evoluzione della situazione, anche al fine di mettere in atto ulteriori misure già preventivate, specie nel caso in cui quelle già annunciate non dovessero risultare efficaci”.