Quantcast

Celebrati i funerali di De Cesare, non c’è stata l’autopsia: sufficiente la perizia del medico legale

Dopo le indagini della squadra mobile, chiuso il caso del 64enne deceduto durante la partita di calcetto. Nei giorni scorsi dissequestrato anche il campo

Si trovava sul campetto di calcio quando il 6 maggio scorso ha avvertito il malore che poi si è rivelato fatale. Stava giocando in porta.

La salma di Giovanni De Cesare, 64 anni, per circa 20 giorni è stata trattenuta dall’autorità giudiziaria in attesa che la squadra mobile espletasse tutte le indagini relative al decesso.

 

Indagini rapide che già la settimana scorsa hanno consentito il dissequestro del Palaprogna e ieri pomeriggio – il rilascio della salma per la quale questa mattina sono stati celebrati i funerali nella chiesa di San Pietro a Campobasso.

Muore durante la partita di calcetto, dissequestrato e riaperto il Palaprogna: non ci sono irregolarità

Non è stata necessaria l’autopsia, a diradare i dubbi sulle cause del decesso di è rivelata sufficiente la perizia del medico legale. Poi gli accertamenti degli agenti di Marco Graziano hanno ratificato la chiusura del caso.

Resta soltanto il vuoto che la morte di Giovanni De Cesare lascia in tutte le persone che lo conoscevano e lo amavano. Tantissime. Che questa mattina hanno voluto dare a quell’ispettore della Forst sempre affabile, dalla battuta pronta l’ultimo affettuoso saluto